Quotidiani locali

Oltre 250 aperture in più per pannolini e pannoloni

Ferrara, conferimenti extra per famiglie con bimbi fino a 36 mesi o con adulti in difficoltà. Ecco dove presentare la domanda e quali documenti è necessario allegare

FERRARA. Le famiglie con un bambino in età da pannolini o con un adulto bisognoso di questi presidi sanitari potranno contare su 256 conferimenti gratuiti annui in più, se utilizzano le calotte con sacchetti da 30 litri; e di ulteriori 192 aperture se nel servizio porta a porta utilizzano in modo esclusivo la pattumella da 40 litri. Così Hera viene incontro agli utenti che, dovendo smaltire nell’indifferenziato questo tipo di rifiuti, erano esposti a inevitabili sforamenti della quota assegnata di aperture della calotta.

Gli informatori di Hera danno consigli sulle calotte Ecco la spiegazione del funzionamento dei cassonetti ad alcuni cittadini (video Vecchiatini)LEGGI L'ARTICOLO


Ma come funzioneranno queste agevolazioni previste nel sistema di gestione dei rifiuti con Tariffa Corrispettiva Puntuale?

Le quote. Fin da ora partire è possibile avanzare specifica richiesta al Servizio clienti di Hera. In questo modo al nucleo familiare, per ogni utente richiedente, verranno riconosciuti 7.680 litri aggiuntivi che corrispondono a ulteriori 256 conferimenti annui in calotta da 30 litri.

Per chi ha il servizio porta a porta è possibile utilizzare la stessa quota aggiuntiva di 7.680 litri attraverso l’esposizione di ulteriori 192 conferimenti/anno per chi utilizza in modo esclusivo la pattumella da 40 litri oppure con il raggiungimento della quota aggiuntiva attraverso l’utilizzo combinato di calotta e pattumella.

I documenti. La richiesta dovrà contenere l’autocertificazione dello stato di famiglia (disponibile gratuitamente), da cui risulti la presenza nel nucleo familiare del bambino di età pari o inferiore a 36 mesi o del soggetto che necessita di altri presidi sanitari nel caso di adulti o disabili. Alla richiesta di presidi sanitari è necessario allegare copia del certificato di un medico iscritto all’Ordine dei Medici, del medico di famiglia o dell’Asl competente oppure bolla di consegna dei presidi timbrata dall’Asl, comprovante la necessità di ricorso a tali ausili. Le agevolazioni sono cumulabili nel caso di più persone aventi diritto all’interno del medesimo nucleo familiare.

Le domande: dove e come. La richiesta per poter accedere all’agevolazione va inoltrata, insieme alla documentazione necessaria, scegliendo una delle seguenti modalità: si può contattare il Servizio telefonico Clienti di Hera 800.862.328 (attivo dalle 8 alle 22 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 18) avendo sottomano nome e cognome, codice cliente o codice fiscale del titolare dell’utenza Tariffa corrispettiva Puntuale; oppure ci si può presentare allo sportello Hera di via Cesare Diana 40, aperto dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 15, venerdì e sabato dalle 8 alle 13. Per richieste che verranno presentate da soggetti diversi dal titolare del contratto occorre delega sottoscritta dal titolare contenente i dati anagrafici del delegante, corredata di documento di identità del delegato in originale e di un documento di identità valido, anche in fotocopia, del delegante.

Le decorrenze. L’agevolazione sarà riconosciuta a partire dalla data della condizione (presenza del bambino nel nucleo familiare per pannolini o data riportata sul certificato medico-sanitario per presidi medici tipo pannoloni o sacche per dialisi) per richieste pervenute entro 30 giorni dal suo verificarsi. Altrimenti, l’agevolazione sarà riconosciuta a partire dalla data di presentazione della richiesta. In deroga a quanto sopra, per il 2018, primo anno della tariffa corrispettiva puntuale, le agevolazioni richieste entro il 31 marzo e relative a condizioni presenti entro il 31 dicembre 2017, saranno riconosciute con decorrenza dal 1° gennaio 2018.


 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon