Quotidiani locali

Terremerse fa scuola ai coltivatori

San Giovanni, la coop promuove un ciclo di incontri di formazione per i soci 

SAN GIOVANNI. I lavoratori non sono solo numeri, ma parte integrante delle aziende ed anzi si può tranquillamente dire che sono l’azienda stessa. Terremerse investe promuovendo formazione e aggiornamento continuo, perseguendo la valorizzazione del lavoro e dell’apporto imprenditoriale di soci e clienti. In tale ottica, in questi primi mesi dell’anno la cooperativa ha messo a punto un fitto calendario di incontri tecnici, una dozzina in due mesi, in diverse località dell’Emilia Romagna e del Centro Italia.

In febbraio sono in programma nel Ferrarese due incontri: il primo si terrà a San Giovanni di Ostellato, il 6 e il 7 febbraio entrambi alle 10 alla sala riunioni centro Terremerse (via Mondo nuovo); il secondo a San Vito d’Ostellato, il 13 febbraio alla sala riunioni del ristorante Ottocento alle 17.

Gli incontri sono volti a condividere le informazioni derivanti dall’attività della Ricerca&Sviluppo Terremerse per un corretto approccio agronomico e fitoiatrico alle colture.

Grandi colture cerealicole e orticole, ortofrutta per il mercato fresco e per l’industria, vite saranno al centro di incontri specifici, nel corso dei quali si parlerà, a seconda della tematica, di: agricoltura convenzionale e biologica, diserbo, concimazione tradizionale, fogliare e fertirrigazione, irrigazione e impiantistica, difesa con un’attenzione particolare a cimice asiatica, peronospora, oidio e flavescenza dorata della vite.

Trasversale a tutti gli incontri sarà Agronomica 3.0, un portale web allestito da Terremerse, in collaborazione con Agronica, per elaborare i dati agro-meteo per supportare i tecnici e gli agricoltori nella gestione delle colture.

Con tale strumento la tutela dell’ambiente evolve verso le più alte economie di risorse irrigue, nutrizionali e di difesa, migliorando le rese e la qualità. La sua massima utilità si rivolge alle produzioni integrate ad alta garanzia di sicurezza alimentare, oltreché a quelle biologiche, in un contesto complessivo di “agricoltura Benefacta”: un progetto, fra i punti del Piano Triennale 2017-2019 di Terremerse, che mette assieme competenze umane, tecniche e scientifiche per offrire un prodotto sostenibile (dal punto di vista ambientale, sociale, ma anche economico per l’azienda), di qualità, ottenuto con corrette rotazioni rispettando la biodiversità e con ridotto utilizzo di mezzi tecnici e di acqua.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon