Quotidiani locali

Dirigente sanitario muore in scooter

Codigoro, nell’incidente avvenuto a Bologna ha perso la vita il direttore dell’istituto di scienze neurologiche. Aveva 65 anni

CODIGORO. E' morto dopo poco più di un giorno di agonia Adriano Grassi, 65 anni, originario di Codigoro e residente da una ventina di anni a Bologna. L'uomo era stato coinvolto l’altra mattina in un incidente avvenuto in viale Cavina alla periferia di Bologna. L'uomo era in sella alla sua motocicletta Bmw: dalla rotonda Decorati al Valor Militare stava andando verso la rotonda Verenin Grazia. All'altezza del circolo Arci Benassi, a quel punto andando a destra si procede verso Bologna, nella direzione opposta invece si procede verso la strada statale della Futa e deviando ancora a sinistra si procede per San Lazzaro di Savena, si è scontrato con un'auto Alfa Romeo Giulietta condotta da un bolognese di 55 anni.

Grassi è stato sbalzato violentemente a terra ed è andato a finire contro un’auto Opel Astra guidata da un palestinese 49enne che proprio in quel momento stava sopraggiungendo. Ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Maggiore di Bologna ha cessato di vivere dopo appena un giorno di ricovero a causa delle gravissime lesioni interne riportate nel drammatico incidente. Adriano Grassi attualmente era direttore amministrativo dell'Istituto di scienze neurologiche di Bologna (Isnb). L’istituto, che ha sede a Bologna in via Altura 3, assicura l’attività di ricerca scientifica e di formazione, di organizzazione e gestione dei servizi sanitari, oltre la prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione nell’ambito delle patologie del sistema nervoso centrale e periferico di interesse neurologico e neurochirurgico nella popolazione infantile ed adulta.

Un tratto maledetto, quello di via Cavina dove è avvenuto l’incidente. Il 21 dicembre dello scorso anno un uomo di 75 anni era stato investito e ucciso mentre attraversava la strada e anche nel recente passato si erano verificati gravi incidenti alcuni dei quali avevano avuto conseguenze mortali.

Grassi, secondo quanto ricostruito dalla Polizia Municipale di Bologna he è intervenuta per effettuare i rilievi, ha prima tamponato sul fianco destro un'Alfa Giulietta all'altezza dell'apertura dello spartitraffico poi, in conseguenza dell'impatto, è stato sbalzato ed è finito violentemente contro un'altra autovettura che nel frattempo sopraggiungeva a fianco. Una sfortunatissima coincidenza in quanto se l’uomo non fosse finito contro un’altra vettura probabilmente si sarebbe salvato ma un tragico destino era in agguato ed ha strappato Grassi agli affetti della sua famiglia, degli amici e dei conoscenti. In tanti in queste ore hanno fatto pervenire messaggi di cordoglio alla famiglia e certamente saranno in tanti coloro che parteciperanno oggi pomeriggio ai funerali che avranno luogo nella sua Codigoro dove era nato e vissuto e che amava profondamente.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon