Quotidiani locali

Gestore di un chiosco-bar preso con droga e munizioni

Blitz della Squadra mobile in via Modena e nella frazione di Porporana Arrestato: in casa aveva hashish e marijuana oltre a nove cartucce per fucili 

Lo hanno atteso fuori di casa giovedì scorso e quando è uscito si sono mossi quasi a colpo sicuro. V.R., 26 anni, gestore di un chiosco-bar in città, è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di spaccio di stupefacenti. La Squadra mobile, diretta dal vicequestore aggiunto Andrea Crucianelli, lo ha fermato al termine di un lungo appostamento davanti a casa, in via Modena. La successiva perquisizione ha fatto emergere oltre un etto di hashish, destinato - secondo gli inquirenti - ad essere smistato sul mercato.

Questo l’addebito mosso a V.R. dopo il ritrovamento di 115 grammi di hashish nella casa di via Modena, oltre a due bilancini e a 9 cartucce per fucili da caccia non denunciate, rinvenimento che ha fatto scattare un altro reato. L’intervento, però, non si è esaurito con la perquisizione domiciliare in via Modena.

Gli ispettori dell’antidroga si sono spostati infatti in un altro appartamento utilizzato dal giovane, a Porporana, per cercare altri segni o indizi in qualche modo legati all’attività illecita. Nell’alloggio sono stati rinvenuti - precisa un comunicato della polizia - due contenitori in plastica trasparente contenenti circa 17 grammi di sostanza tipo marijuana e 16 grammi di hashish. A carico del commerciante la doppia accusa di spaccio e detenzione illegale di munizioni. Il sostituto procuratore di turno ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima, fissato per questa mattina.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon