Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

«Rifiuti, meno tasse e maggiori controlli sulla differenziata»

L’assessore Diegoli spiega le linee guida per la raccolta «Sulla plastica chiediamo maggiore attenzione» 

«Meno tasse nel 2018 e più controlli sulla raccolta differenziata». Sono queste le linee guida sulla raccolta dei rifiuti nel comune di Occhiobello delineate dall'assessore all'Ambiente Davide Diegoli. Con lui abbiamo fatto il punto a trecentosessanta gradi sulle politiche nel settore: «Come Comune di Occhiobello - apre Diegoli - abbiamo deciso di puntare sul porta a porta già dal lontano 2005, abbiamo rafforzato questa linea di principio ogni anno e siamo sempre andati avanti così per ridurre sempre più l'indifferenziato. Abbiamo centrato il noto obiettivo del 70% per tempo e siamo oltre a quella quota che in un Comune di quasi 12.000 abitanti, è di certo un risultato di rilievo. Come ovvio si può sempre fare meglio. Abbiamo ridotto il costo complessivo del servizio rifiuti e la tassazione dei cittadini. Grazie ad un percorso di risparmi avviato in questi anni ci sarà possibile ridistribuire questo risparmio tra gli utenti. I costi saranno sempre destinati a scendere, non siamo ancora in grado quest'anno di passare alla tariffa puntuale, manca questo passo ma ci stiamo lavorando alacremente per arrivarci. E' un progetto che dobbiamo inseguire insieme a Ecoambiente, Azienda di Bacino. Ecoambiente ha avuto un recente cambio di assetto societario e nella prima fase si sono concentrati sul capoluogo Rovigo. Prossimo passo auspicabile per il 2019 è anche il nostro territorio possa avere una tariffazione ben precisa in relazione a quello che si "mette fuori". Il sistema che è in vigore a Treviso e nel suo bacino è quello che deve essere preso a riferimento anche per noi». C'è stata qualche problematica relativa alla plastica di recente: «Chiediamo ai cittadini - aggiunge Diegoli - di fare maggiore attenzione nella separazione della plastica perchè è stata registrata nel 2017 una quantità inferiore del rifiuto conferito pertanto sono già stati avviati controlli e sanzioni per evitare che materiali non consoni come nylon, pellicole, tetrapack finiscano insieme alla plastica. Abbiamo avviato negli anni una serie di campagne educative con i cittadini. Ad esempio costituisce spesso una fonte di dubbi il contenitore del latte. Verranno fatti controlli, alla terza segnalazione di consegna non appropriata verrà emessa la sanzione. E' molto importante che esista un circolo virtuoso perchè dalla vendita della plastica si possono poi ricavare quei profitti che consentono di abbattere le tariffe. Il nostro impegno sarà sempre a tutto campo quello di abbattere l'indifferenziata». Il calendario annuale che è stato consegnato assieme ai sacchi è consultabile anche sulla app del Comune di Occhiobello e anche al sito internet www.comuneocchiobello.ro.it.