Quotidiani locali

goro 

Sempre più plastica nelle reti dei pescatori

GORO. Che il problema dell’inquinamento del mare sia planetario è risaputo da anni, e anche nel nostro piccolo abbiamo questo grande problema, sopratutto per i rifiuti (all'80% in plastica) che...

GORO. Che il problema dell’inquinamento del mare sia planetario è risaputo da anni, e anche nel nostro piccolo abbiamo questo grande problema, sopratutto per i rifiuti (all'80% in plastica) che arrivano dal Po e che il gioco delle correnti fa depositare sulle spiagge sopratutto nel tratto del Faro di Goro (Isola dell'Amore). Ma è dal mare aperto che arrivano in porto a Goro quintali di plastica, grazie all'opera dei pescatori a strascico che oltre al pesce devono fare la cernita anche della plastica che trovano all'interno delle reti. La gran parte di questa plastica deriva delle trecce (reste) che provengono dagli allevamenti di cozze che si trovano in mare aperto. Queste "reste" servono per contenere le cozze negli allevamenti in attesa della giusta pezzatura per essere commercializzate, ma perché finiscono nelle reti dei pescatori?, La causa principale sono le mareggiate, che le staccano dalle concessioni "filari" e le spargono in mare, poi il gioco delle correnti fa arrivare anche quelle dalla Romagna e dal Veneto, risultato un mare pieno di plastica, con quel che ne consegue. Tutta questa plastica sta trasformando il mare in una immensa discarica che lo sta soffocando e fa morire la fauna marina. (o.p.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori