Quotidiani locali

polizia di stato e scuole 

Prevenire il cyberbullismo ed educare alla legalità

Educazione alla legalità, prevenzione del cyberbullismo e informazioni sul corretto uso di internet, visite in questura per una conoscenza diretta dell’attività degli agenti. Queste le iniziative...

Educazione alla legalità, prevenzione del cyberbullismo e informazioni sul corretto uso di internet, visite in questura per una conoscenza diretta dell’attività degli agenti. Queste le iniziative della polizia di Stato per costruire un dialogo più stretto e diretto con i giovani. Diversi i progetti in cantiere su tutto il territorio nazionale e che vedono anche Ferrara in campo. Oggi, nell’ambito del Safer Internet Day 2018, la polizia postale in collaborazione con il Miur incontra gli studenti delle scuole per insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative della rete e delle community online senza correre rischi relativi al cyberbullismo, alla violazione della privacy, alla pubblicazione di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright o all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi. Un’iniziativa a cui seguirà, il 10 aprile in concomitanza con la celebrazione del 166° anniversario della polizia di Stato, la campagna educativa “Vita da Social” organizzata sempre dalla polizia Postale insieme al Miur e al Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Nell’ambito dello stesso Safer Internet Day, dunque, in piazza Trento Trieste sarà presente il camper della polizia di Stato, gli specialisti della Postale e alcuni rappresentanti del mondo dello sport e dello spettacolo che incontreranno i giovani.

Il 10 aprile sarà anche la data conclusiva del nuovo concorso rivolto agli studenti che la polizia di Stato ha lanciato insieme al Miur al fine di promuovere la diffusione della cultura della legalità e del rispetto delle regole. Titolo del progetto, “PretenDiamo legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”. La Questura di Ferrara ha aderito al progetto e proprio ieri il Commissario Capo della polizia di Stato Teresa Mancinelli ha incontrato gli alunni delle classi IC e ID del liceo Carducci di Ferrara oer spiegare il tema del concorso. Analoghi incontri si terranno nella scuola Dante Alighieri e nelle elementari e medie di Poggio Renatico. I lavori selezionati e risultati vincitori a livello provinciale (i primi classificati di ogni categoria) verranno inviati al Ministero dell’Interno e valutati da una Commissione di esperti.

Il concorso ha raccolto l’adesione di 15 classi e si concluderà appunto il 10 aprile al Teatro Nuovo durante la Festa della polizia con una cerimonia di premiazione degli elaborati e la presenza di tutte le scuole partecipanti. Prosegue infine il progetto “Poliziotto un amico in più” con visite in Questura delle classi.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon