Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Siringhe per l’insulina abbandonate in campagna

Codigoro, discarica scoperta da un agricoltore in Valle Giralda

CODIGORO. «Non è la prima volta, anzi, ma questa volta è la prima in cui fra i documenti buttati si riesce a risalire ad un nome, anche se i rifiuti sono stati abbandonati da diverse persone». A parlare è Alberto Mangolini, titolare di un’azienda agricola in Valle Giralda (precisamente in via dei Colombacci), che ieri mattina si è trovato l’amara sorpresa di trovare un cumulo di rifiuti nel proprio terreno.

Come ribadito anche dall’agricoltore codigorese, in Valle Giralda sono ormai numerosi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CODIGORO. «Non è la prima volta, anzi, ma questa volta è la prima in cui fra i documenti buttati si riesce a risalire ad un nome, anche se i rifiuti sono stati abbandonati da diverse persone». A parlare è Alberto Mangolini, titolare di un’azienda agricola in Valle Giralda (precisamente in via dei Colombacci), che ieri mattina si è trovato l’amara sorpresa di trovare un cumulo di rifiuti nel proprio terreno.

Come ribadito anche dall’agricoltore codigorese, in Valle Giralda sono ormai numerosi i fenomeni di abbandono dei rifiuti, ma stavolta vanno segnalate delle anomalie. La prima, come anticipato da Mangolini, è che ricostruendo alcuni documenti personali stracciati, si risale all’identità di una delle persone che avrebbe gettato i rifiuti: «Ho costruito un puzzle - spiega l’agricoltore - e sono così risalito ad un documento e un bollettino di pagamento riconducibili ad una stessa persona, residente in un Comune vicino. Ho anche chiamato i carabinieri per segnalare la cosa, ma mi hanno detto che non possono intervenire per questo tipo di situazioni».

L’altra curiosità è che nei sacchi dei rifiuti erano presenti alcune migliaia di siringhe per iniettare l’insulina ai diabetici. Le siringhe erano confezionate e recavano la scritta “Farmacia dell’Ospedale del Delta, difficile da capire chi possa averle gettate. «Di certo non sono state perse da un camion - spiega ancora l’agricoltore -, perché qui siamo in mezza campagna, uno deve venirci appositamente per lasciare i propri rifiuti».

Numerosi i casi di abbandono dei rifiuti in Valle Giralda, nonostante la bellezza dell’area, bonificata e resa coltivabile, poi inserita nel Parco del Delta. Lo conferma lo stesso Mangolini: «Sia io che gli agricoltori che hanno aziende qui ogni tanto troviamo queste discariche. Ciclicamente qualcuno di noi denuncia la cosa alle forze dell’ordine, poi dopo un po’ interviene il Comune per pulire la zona. Ma bastano pochi giorni ed ecco che il fenomeno si ripresenta e nessuno prende provvedimenti per individuare o punire i colpevoli».

Per la discarica scoperta ieri mattina, lo stesso Mangolini e un collega della sua azienda agricola, dopo aver chiamato i carabinieri, si sono rivolti alla Polizia provinciale, finché alla fine la segnalazione è stata comunicata alla Polizia municipale di Codigoro.