Quotidiani locali

Villa Mensa, l’obiettivo è la riapertura definitiva

Stanziati 1.450.000 euro per renderla di nuovo visitabile e con un’area di ristoro Finalmente va verso una soluzione l’edificio privato abbandonato di via Mazzini 

COPPARO. Sotto i riflettori per il prossimo bilancio di previsione (al voto stasera in consiglio comunale) ci sono numerosi interventi per la riqualificazione del centro cittadino di Copparo. Sono quasi tutti interventi di cui si sapeva, in parte perché con stralci di intervento già avviati, in parte perché erano comunque previsti per il 2018, ma erano stati pensati e ragionati all’interno di un percorso complessivo. Ad esempio, sono arrivati i finanziamenti per riuscire a chiudere gli interventi di riequilibrio idrico alla Pontica, dando così una risoluzione, secondo le stime dell’amministrazione, ad oltre il 90% dei problemi di questo tipo.

Previsto poi il secondo stralcio della “porta sud” di Copparo, in via Mazzini. Con la primavera sarà riasfaltata la zona e si potrà andare anche alla risoluzione del problema (sollevato più volte dalle opposizioni) dell’edificio che sorge vicino al parcheggio ex Berco. Durante l’ultima presentazione del bilancio, il presidente di Patrimonio, Cristiano Bulgarelli, ha ricordato come l’edificio sia di proprietà privata e, quindi, non sia possibile intervenire senza una convenzione con il proprietario. Questa convenzione è allo studio e dovrebbe essere siglata a breve. Il Comune interverrà su alcune soluzioni, la proprietà su altre, e l’edificio sarà ricondizionato in senso ben più che decoroso, andando a chiudere l’area ed a raccordarsi con una sorta di galleria, la quale da progetto dovrebbe andare a prendere il posto dei magazzini Berco.

Passando a Villa Mensa (si parla di Ducato Estense, ci sono finanziamenti importanti, ma lavori altrettanto consistenti) la consistente somma di 1.450.000 euro dovrà servire in prima battuta per riaprire la Villa, che è stata bloccata alle visite per le conseguenze del terremoto del 2012. Ma la cifra dovrà anche servire per creare una struttura di ristoro, sfruttando un rudere agricolo ora vicino alla porta di ingresso, per valorizzare l’area. Va anche considerato che nel progetto si prevede una maggiore area di parco fruibile ai visitatori, anche nelle ore serali.

Sarà poi di nuovo intonacato e ritinteggiato l’edificio delle scuole “Govoni” di Copparo. E, per finire, la Biblioteca comunale: una volta terminati i lavori si entrerà dal portone del cortile comunale, ci saranno tre livelli e una distribuzione degli spazi nuova e razionale. Ci sarà anche un secondo intervento - oltre a quello già in atto -, ma dovrebbe essere possibile effettuarlo a struttura aperta o con pochi giorni di chiusura, per cui ci sarà solo un trasferimento dalla sede provvisoria della galleria “Costa”, la quale già adesso ospita la biblioteca.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon