Quotidiani locali

Aumenta il canone dei servizi cimiteriali

Copparo, tanti i progetti e più risorse per la manutenzione di immobili, scuole e impianti sportivi

COPPARO . Presentato ieri sera in consiglio comunale il piano industriale di patrimonio e di Gecim. Per quanto riguarda patrimonio, si prevede, alla voce ricavi, un totale di 3.094.319,03 euro (poco più di due milioni di canoni dal Comune di Copparo, 556mila euro da altri canoni ed affitti, il resto da vendite, prestazioni, progettazioni). Per quanto riguarda i costi previsti per il 2018 i costi totali di produzione pari a 2.155.088,85 euro, tra i quali 895.639,95 per gestione servizi ed utenze, 364.901,31 per manutenzioni, 625.845,61 per il personale, formazione e sicurezza ed il resto per altri costi, materie prime e di consumo ed altri servizi. Per materiali (asfalto, stabilizzato, vernice, noleggio manutenzione e mezzi) prevista una spesa di 91.877 euro, senza significative variazioni con lo scorso anno. Scendendo nei dettagli: la gestione integrata del servizio verde/sfalci con il servizio di manutenzione di strade e segnaletica ha permesso negli ultimi anni un miglioramento dell’intero servizio e a fine 2017 sono stati assunti 2 operatori per il servizio strade, verde e segnaletica. La squadra è ora composta da quattro operatori, e di questo è stato tenuto conto nella previsione pluriennale per i costi del personale. La scelta nasce dalla volontà di garantire sicurezza e qualità del servizio. Per quanto riguarda le manutenzioni, tenendo conto delle necessità e dei costi effettivi del 2017. È stato proposto un aumento delle risorse destinate a manutenzione immobili (da 30.000 euro a 50.000 euro), scuole (da 26.666 euro a 46.666 euro) e impianti sportivi (da 7.000 euro a 10.000 euro). Il totale comprensivo anche della manutenzione della fontana ed altro è di 117.544,04 euro. Per quanto riguarda la gestione calore e piano energetico, considerato che gli ultimi tre anni particolarmente caldi e la diminuzione del prezzo del gas hanno portato dei considerevoli risparmi va comunque considerato prudente prevedere il rincaro delle materie prime e magari un irrigidimento del clima. Quindi, 340.000 euro per la Siram (gestione calore) e 376.000 alla Elettrocostruzioni per la pubblica illuminazione (a cui è stato affidato il nuovo contratto di servizio per pubblica illuminazione d impianti semaforici). La gestione dei servizi cimiteriali e dell’impianto di cremazione è affidata alla propria società Gecim. Per il 2018 è stato previsto un leggero aumento del canone per la gestione dei servizi cimiteriali da versare a Gecim (+2.158,00 euro) dovuto in particolare alla riduzione degli introiti da canoni Luci Votive – Canone 2018 101.730,00 euro + Iva, mentre per la gestione dell’impianto di cremazione Gecim verserà a Patrimonio Copparo per l’anno 2018 un canone di 218.900 euro. Per Gecim sono stati previsti prudenzialmente utili per 50.000 euro relativi alla chiusura del Bilancio 2017. Per le concessioni cimiteriali previsto un importo annuo di 80.000 euro. A fine 2018 sono previste scadenze di concessioni cimiteriali di cui potrà essere richiesto il rinnovo. Per quanto riguarda gli introiti da concessioni cimiteriali è stato previsto un importo annuo di 80.000 euro, questo tenendo conto anche che a fine a fronte del pagamento del relativo costo da parte dei concessionari. Nei costi per il personale, si è tenuto conto anche degli incrementi contrattuali previsti a livello nazionale. Saranno inseriti dei tirocinanti all’interno dell’ufficio di progettazione, a supporto del responsabile.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori