Quotidiani locali

FERRARA

Processo omicidio Cenci, finalmente gli atti spagnoli a Ferrara

Dopo la mediazione di Eurojust, da Valencia sono in arrivo le carte del fascicolo.  Mancano solo gli ultimi riscontri poi magistrati ferraresi chiuderanno l’inchiesta per celebrare  il processo in città

FERRARA. Alla fine la Spagna ha detto sì. Ha dato il proprio assenso alla “raccomandazione” di Eurojust che consigliava di trasmettere all’Italia tutti gli atti di inchiesta relativi all’omicidio di Marcello Cenci, avvenuto il 2 luglio scorso a Valencia. E così il fascicolo processuale spagnolo verrà al più presto trasmesso materialmente agli uffici della procura cittadina, dove dall’estate scorsa il pm Ciro Alberto Savino ha aperto e portato avanti una propria indagine per omicidio.

Marcello Cenci, la vittima
Marcello Cenci, la vittima


La decisione della Spagna di confermare quanto i magistrati di Eurojust avevano valutato come la cosa più giusta da fare (accorpare i due tronconi del processo, per celebrarne uno solo a Ferrara) è stata resa nota la settimana scorsa con una formale lettera inviata dalla Spagna alla procura di Ferrara.

Ora occorrerà da parte degli inquirenti capire di quale tipo di atti si tratti (se solo cartacei oppure quelli relativi agli esami medico legali di una prima autopsia eseguita a Valencia) e valutare quindi in un secondo momento quali si dovranno tradurre, ufficializzare e poi usare per la chiusura dell’inchiesta a carico di Eder Guidarelli, accusato di omicidio premeditato aggravato.

Come si ricorda sul caso dell’omicidio di Marcello Cenci si era innescato un braccio di ferro giudiziario tra Spagna (dove è avvenuto il delitto) e l’Italia (dove Guidarelli si era poi consegnato). Il conflitto tra poteri giudiziari è stato appianato nei mesi scorsi dalla diplomazia e dalla mediazione di Eurojust, l’organismo di coordinamento delle procure europee in caso di contrasti su processi e indagini in corso.

Eder Guidarelli, accusato...
Eder Guidarelli, accusato dell'omicidio dell'ex amico

L’intervento di Eurojust era stato chiesto e voluto dagli stessi magistrati cittadini (il procuratore reggente Castaldini, la collega Volta e il pm Savino) che erano andati all’Aja, in Olanda, ad incontrare i colleghi spagnoli e cercare la mediazione con Eurojust. Sforzi oggi ripagati. Su un caso quello dell’omicidio di Marcello Cenci, ucciso da Eder Guidarelli che si trova in carcere qui a Ferrara, che ebbe il tragico epilogo dopo una successione di fatti senza precedenti. Le prime aggressioni dall’estate fino al dicembre del 2016, quando Guidarelli mandò all’ospedale l’ex amico Marcello Cenci, fatti per cui è stato condannato per stalking.

Quindi dopo mesi di “pace”, la notte del 2 luglio scorso Guidarelli uccise Marcello Cenci nell’ androne della casa dove abitava a Valencia: Eder lo fece dopo un viaggio di 1500 km (andata e ritorno nel weekend) e poi si consegnò ai carabinieri a Ventimiglia: da allora è in carcere qui in Italia, e qui a Ferrara verrà, finalmente, processato. (d.p.)


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori