Quotidiani locali

Il sindaco: vicini a quella famiglia

È sconvolto il sindaco di Mesola Gina Miche Padovani. «Un dramma familiarie di proporzioni enormi – dice il primo cittadino – Io non posso e non voglio giudicare, non conosco le dinamiche, le persone...

È sconvolto il sindaco di Mesola Gina Miche Padovani. «Un dramma familiarie di proporzioni enormi – dice il primo cittadino – Io non posso e non voglio giudicare, non conosco le dinamiche, le persone coinvolte e di conseguenza non voglio dare giudizi in questo momento. Ringrazio le forze dell’ordine per il lavoro che fanno ogni giorno sul territorio, come anche tutti i cittadini che in qualsiasi modo hanno aiutato e sono stati vicini alla famiglia».

Un ragazzo con qualche problema in passato, che però non è mai stato seguito dai servizi sociali e prima di ieri non aveva mai dato segnali importanti di squilibrio. «Capiremo cosa è accaduto, il perché di una furia del genere - va avanti il sindaco - anche se ripeto non spetta noi come istituzioni dare giudizi. Piuttosto dobbiamo capire se ed in che modo la famiglia va aiutata e sostenuta perché quanto accaduto resta comunque un allarma di carattere sociale e bisogna sapere ascoltare». Anche dal mondo della pesca di Goro lo sgomento è tanto. I pescatori dipingono Demis Fogli come un uomo tranquillo, che non ha mai dato problemi.

Una persona che non ha mai cercato il litigio ed è sempre stata accomodante. Insomma, nessuno poteva immaginare niente del genere. A quanto pare ultimamente Demis Fogli frequentava uno strano giro, persone secondo qualcuno poco affidabili e con qualche problema alle spalle ed anche in questo senso si muovono le indagini dei carabinieri.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori