Quotidiani locali

Cento, pediatra h24 al Punto nascita

Al Santissima Annunziata definito anche l’ultimo atto amministrativo. L'Asl: provvedimenti per un ospedale che risponda alle esigenze dei cittadini

CENTO. Anche l’ultimo atto amministrativo è fatto. Così il pediatra in servizio 24 ore su 24 al Punto nascita dell’ospedale Santissima Annunziata è realtà. Il provvedimento è stato preso nei giorni scorsi, quando l’Azienda ospedaliero universitaria di Ferrara ha affidato al dottor Giampaolo Garani, direttore dell’Unità operativa di Neonatologia del Sant’Anna, la responsabilità del coordinamento del servizio di “guardia attiva pediatrica-neonatologica” ventiquattro ore su ventiquattro all’ospedale di Cento.

Il provvedimento è stato preso sulla base di quanto contenuto nel Progetto per le integrazioni strutturali delle due Aziende Sanitarie della Provincia di Ferrara, presentato e approvato dalla Conferenza Socio Sanitaria territoriale a fine luglio 2015 che ha previsto il superamento del Punto Nascita all’Ospedale del Delta (con l’attivazione del servizio di Procreazione Medicalmente Assistita) e il mantenimento del Punto nascita e assistenza pediatrica di 1º livello al Santissima Annunziata.

Con la chiusura del Punto nascita a Lagosanto, alla fine del 2017, è arrivato quindi l’adeguamento della rete dei Punti nascita, rispettando anche quelle che erano le prescrizioni date dal ministero della Salute, lo scorso ottobre, per la deroga temporanea di due anni alla chiusura del Punto nascita di Cento: una di queste è stata proprio l’attivazione della presenza del pediatra 24 ore su 24 - prima al Santissima Annunziata il pediatra durante una giornata era presente al Punto nascita 10 ore, con reperibilità nella altre 14 - , oltre al controllo semestrale dei dati di nascita e dei servizi, con verifica finale al termine dei due anni di deroga. Il servizio, è stato attivato nelle scorse settimane, come spiega Nicoletta Natalini, che ha diretto per quasi un anno il Distretto Ovest e che dal 19 febbraio diverrà direttore sanitario dell’Asl: «Il via era necessario e mancava solo l’atto formale al coordinatore del servizio».

Un altro tassello, dunqua che va a potenziare i servizi dell’ospedale, su cui in questi anni sono arrivati anche i finanziamenti della Fondazione Caricento, per la costruzione del nuovo Pronto soccorso, per l’inaugurazione del quale - tra fine febbraio e inizio marzo - si attendono solo gli ultimi atti burocratici. E non va dimenticato il cantiere che porterà a una riorganizzazione complessiva dell’intero ospedale, per rendere sempre più funzionale l’accesso ai servizi sanitari.

«Tutti questi investimenti - spiega Natalini - sono la dimostrazione che si sta lavorando per fare in modo che a Cento ci sia un ospedale che funziona e che risponde alle esigenze dei cittadini e a quelle che sono le “regole” della sanità. Il Punto nascita fra due anni? Dobbiamo essere bravi noi a spiegare il servizio che dà il Santissima Annunziata, per far sì che le donne che devono partorire scelgano l’ospedale di Cento».
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon