Quotidiani locali

pannoloni/2 

«È per lei il bonus?» Così la privacy viene dimenticata

«La scorsa settimana mi sono recata in via Diana, negli uffici di Hera, per chiedere alcuni chiarimenti riguardo al nuovo sistema di raccolta differenziata». Inizia così una segnalazione al giornale...

«La scorsa settimana mi sono recata in via Diana, negli uffici di Hera, per chiedere alcuni chiarimenti riguardo al nuovo sistema di raccolta differenziata». Inizia così una segnalazione al giornale che coinvolge la delicata questione della privacy per quanto riguarda la richiesta del bonus pannoloni. Lo sportello dell’accoglienza clienti, si fa presente, è in un’unica stanza dov’è praticamente impossibile non sentire le richieste che gli utenti rivolgono allo sportello. Così capita di sentire senza volerlo conversazioni come quella tra un anziano signore e la sportellista. «Sono venuto per l’autocertificazione per l’uso dei pannoloni» dice lui, e la sportellista «è per lei? È lei che fa uso di pannoloni?». Intuibile l’imbarazzo dell’anziano, che deve ammettere «sì, sono per me». La segnalazione finisce qui ma è chiaro che la questione non è isolata e coinvolge l’approccio scelto per la comunicazione dei dati sensibili in funzione bonus. C’è infatti da chiedersi, come fa chi ha assistito alla scena, se non sia proprio possibile uno scambio di dati tra Comune e Hera che eviti di coinvolgere gli utenti.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori