Quotidiani locali

vigarano mainarda - interrogazione di fortini 

Contributi per abbattere le barriere: c’è uno spiraglio

VIGARANO MAINARDA. Marcello Fortini, capogruppo consiliare di “Per Noi Vigarano” ha rivolto un’interrogazione al sindaco vigaranese, Barbara Paron, in merito all’annoso problema riguardante i mancati...

VIGARANO MAINARDA. Marcello Fortini, capogruppo consiliare di “Per Noi Vigarano” ha rivolto un’interrogazione al sindaco vigaranese, Barbara Paron, in merito all’annoso problema riguardante i mancati contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche all’interno delle proprie case come prevede una legge regionale che risale al 1989. Già il 9 novembre del 2015 Fortini, assieme ad un’altra donna vigaranese scrisse al presidente della Regione per portare all’attenzione il problema che riguarda tanti portatori di handicap. Fortini e la signora vigaranese rioentravano in una graduatoria comunale che annoverava 22 richieste per un importo di 85.143,87 euro. La risposta del presidente della Regione pervenuta il 30 novembre dello stesso anno evidenziava che il ruolo delle regioni è quello di raccogliere il fabbisogno dei comuni e trasmetterlo al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti affinché faccia fronte al fabbisogno che nel 2015 in Emilia-Romagna ammontava a 34 milionmi di euro a fronte di quasi 8mila domande. Nel dicembre dello stesso anno Fortini aveva incontrato la vice presidente della Regione, Elisabetta Gualmini, affinché sollecitasse il rifinanziamento della legge. Il 14 gennaio 2016 ha scritto anche al ministro Graziano Delrio. Il 10 febbraio del 2016 la Gualmini rispose che in sede di conferenza Stato-Regioni era stato attivato un percorso da parte delle regioni finalizzato a chiedere al ministero competente sia il rifinanziamento del fondo nazionale. Fortini il 5 febbraio dello scorso anno ha scritto anche al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. La Gualmini l’8 febbraio dello scorso anno ha scritto affermando che «il Ministero delle infrastrutture e dei yrasporti aveva intenzione di stanziare risorse per rifinanziare il fondo speciale e chiedeva alle Regioni l’esatto fabbisogno rimasto inevaso. Il 16 febbraio scorso la conferenza unificata ha dato parere positivo al riparto tra le Regioni di 180 milioni di euro e i fondi coprirebbero buona parte dei fabbisogni inevasi fino al 2017 segnalati dalle regioni al ministero. All’Emilia-Romagna spetterebbero 29,3 milioni di euro.

Adesso Fortini chiede al sindaco vigaranese Paron «se è a conoscenza di questo decreto e se non ritenga opportuno provvedere con tempestività nei confronti della Regione nei termini di legge, affinché i cittadini di Vigarano che ne hanno fatto richiesta possano rientrare delle spese fatte».

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro