Quotidiani locali

Un boato nella notte Fatto saltare il postamat

Poggio Renatico, i ladri non sono riusciti ad impossessarsi delle banconote  Notevoli i danni all’ufficio. I detriti colpiscono anche un’auto in sosta

POGGIO RENATICO. Nelle prime ore di ieri i ladri sono entrati in azione facendo saltare il postamat delle poste, situato in via Cavour 46 creando molti danni e anche disagi. Verso le 3,30 il boato cauysato dall’esplosione. I ladri, hanno fatto saltare il postamat con esplosivo al plastico per cercare di impossessarsi delle banconote che conteneva. La carica è stata eccessiva e la deflagrazione ha coinvolto anche la parte interna dell'ufficio postale causando danni notevoli. Parte del controsoffitto è crollato a terra e mobili arredi sono stati danneggiati, vetri delle vetrate sfondati o danneggiati fortemente. Solo le pareti laterali hanno subito danni lievi. Coinvolta anche un’ auto Ford, parcheggiata davanti all'ufficio postale, che ha avuto il vetro del finestrino destro anteriore sfondato e l'interno della vettura riempito di frammenti di vetro. Il botto è stato tremendo svegliando tutti i residenti della parte centrale del paese dove è situato l'ufficio postale. La strada era inondata da tanti frammenti ed alcuni di questi sono finiti anche nei cortili delle abitazioni adiacenti. Per permettere ai mezzi incaricati delle operazioni di pulizia e sgombero la Polizia Municipale ha chiuso al traffico, fino alle 10 di ieri mattina la via Cavour. Sol posto anche i vigili del fuoco per le verifiche di stabilità dell'immobile. Causa la devastazione subita dall'interno dell'ufficio postale i carabinieri hanno bloccato tutte le porte di accesso e neppure le dipendenti sono state autorizzate ad entrare. Sul posto staziona una pattuglia della Securpol per un servizio continuo di vigilanza. Oltre ai carabinieri della locale stazione c'erano anche quelli della scientifica. Nell'appartamento sopra l'ufficio postale vive una signora disabile. Non dovrebbe aver subito gravi conseguenze perchè dopo le verifiche degli addetti, per sincerarsi delle sue condizioni, è stata autorizzata a rimanere nella sua casa. «Non c'è stato bisogno - conferma il sindaco Daniele Garuti - dell'intervento dei servizi sociali perchè la donna ha superato bene questa brutta esperienza». L'ufficio postale rischia di rimanere chiuso per diversi giorni visto gli ingenti lavori necessari per riportalo alla funzionalità. Necessarie le verifiche di stabilità. Già in passato l'ufficio postale aveva subito una rapina e in un'altra occasione di notte era stato fatto saltare il postamat. Una settimana fa con lo stesso metodo era stata presa di mira la filiale Bper di Masi Torello ma anche in quel caso i ladri non erano riusciti a rubare nulla.

Giuliano Barbieri

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro