Quotidiani locali

Aumenta il numero delle ditte che chiudono

L’area dell’Alto Ferrarese per Cna, è la seconda per importanza dopo quella del Comune di Ferrara, anche per incidenza di imprese femminili sul totale (sono circa 500 contro le 750 di Ferrara). Ma è...

L’area dell’Alto Ferrarese per Cna, è la seconda per importanza dopo quella del Comune di Ferrara, anche per incidenza di imprese femminili sul totale (sono circa 500 contro le 750 di Ferrara). Ma è anche un comparto produttivo in sofferenza, in linea con il trend provinciale. I dati della Camera di Commercio sulle imprese nel Centese a fine 2017 mostrano più cessazioni (230 unità) rispetto a nuove iscrizioni (186). Con 3.325 imprese registrate nel Centese, a fronte delle 35.530 di tutto il Ferrarese. Saldo negativo anche a livello provinciale, con 1.827 nuove imprese e 2.197 cessazioni.

Un calo che nel triennio 2014-2017 , nel Centese, è stato pari al 7,18%. Nell’area tra Cento e Sant’Agostino, in base ai dati Cna sono 650 le imprese, di cui 530 nel comparto produttivo di Cento. Alla guida 1.200 imprenditori, di cui il 27,52% donne e il 10,85% giovani entro i 39 anni. Tracciato poi, nell’ambito delle circa 200 imprese artigiane amministrate da Cna il trend delle assunzioni: nel giugno 2017 (rispetto a giugno 2016) + 4,08% a Cento e + 4,29% a Sant’Agostino. A dicembre 2017 (rispetto a dicembre 2016) + 2,08% a Cento e dato invariato a S. Agostino. Nel comparto Cento-S. Agostino, prevale il settore della produzione (27,68%), poi le costruzioni (16,75%), i servizi di comunità (11,46%) e quindi installazione e impianti (10,40%), acconciatura, estetica e odontotecnici (8,81%), autotrasporti 7,40%, alimentare 5,64%, comunicazione 3,88% e Federmoda 3,71%.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro