Quotidiani locali

400 pecore portate su terreni demaniali 

Due denunce in due settimane per il gregge tosaerba

Due denunce nel giro di due settimane per il gregge “tosaerba”, le pecore che i ferraresi hanno da tempo imparato a conoscere e apprezzare a primavera, quando “invadono” il sottomura cittadino...

Due denunce nel giro di due settimane per il gregge “tosaerba”, le pecore che i ferraresi hanno da tempo imparato a conoscere e apprezzare a primavera, quando “invadono” il sottomura cittadino svolgendo appunto la funzione di tosaerba naturale. Ma per il pastore un uomo di 47 anni, il rapporto con il territorio ferrarese non sempre è idillico, e nell’arco di una quindicina di giorni sono arrivate due denunce.

La più recente è arrivata due giorni fa per l'introduzione, su di un terreno demaniale nell'argine destro del Po, a Pontelagoscuro, di 400 capi, prevalentemente pecore, liberamente lasciati al pascolo. Il reato specifico è introduzione di animali in area demaniale.

I carabinieri di Ferrara per questo motivo hanno denunciato sia il conduttore del gregge, sia il rappresentante legale dell'azienda, che è bresciana.

Si tratta appunto dello stesso gregge già preso di mira dai carabinieri della Forestale di Bondeno il 20 febbraio. A distanza di due settimane, con l’arrivo del gregge a Ferrara, la storia si è ripetuta ed è fioccata la seconda denuncia.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro