Quotidiani locali

Vai alla pagina su Elezioni politiche 2018
Alle urne otto elettori su dieci Malore fatale al seggio a Goro

Alle urne otto elettori su dieci Malore fatale al seggio a Goro

Un’elettrice ha chiesto e ottenuto di rivotare per il tagliando strappato male dalla scheda Ha potuto votare anche un ferrarese trasferito a Malta non iscritto all’Aire e ieri in città

Ferrara si conferma tra le province con la più alta percentuale di voto con otto elettori su dieci alle urne. Già nell’arco della giornata elettorale l’afflusso dei cittadini lo rimarcava visto che alle 12 l’affluenza era del 24.73% mentre alle 19 si viaggiava sul 67.62%. Una giornata che ha visto ai seggi numerose code, dovute alle difficoltà per il nuovo modo di voto con i tagliandi antifalsificazioni che hanno portato a ritardi tra una votazione e l’altra. E c’è da registrare anche una notizia luttuosa: una elettrice di Goro stroncata da un infarto poco dopo aver votato al seggio 2 delle scuole elementari del paese.

Come dicevamo a Ferrara si è confermata buona l'affluenza degli elettori, anche alla luce dei raffronti con le tornate precedenti. Il 67.62% delle 19 si può raffrontare all’elezione del 2014 per le Europee (unica giornata di voto e si votava in maggio) quando alle 19 a votare erano stati il 52,29% e alle 23, orario di chiusura dei seggi furono il 67,22%: quindi quota già superata ieri alle 19. Il record di voto di ieri alle 19 spettava a Masi Torello con il 73.79% e fanalino di coda Poggio Renatico, con un 59,14% di votanti. Anche alle 12 di ieri, la provincia aveva diverse facce elettorali: da Ferrara al 25,84% a fronte di 21,62 di Cento e 21,87 di Comacchio. Masi Torello sempre davanti a tutti, 30,56%, Poggio ancora maglia ne

A Goro tragedia ai seggi. Una donna di 72 anni aveva finito di votare, consegnando le schede al presidente e si stava allontanando dal seggio, nelle scuole elementari di Goro. Prima dell’uscita però è stata vista accasciarsi sul pavimento dell’atrio, per un malore, che l’ha poi stroncata. Guerrina Telloli è infatti morta di infarto. Subito soccorsa dai sanitari del 118 che hanno tentato di rianimarla sul posto, la donna è stata trasportata in ambulanza all’ospedale di Lagosanto dove è giunta ormai priva di vita. La donna, conosciuta a Goro, aveva problemi fisici, era vedova ed aveva una figlia. I carabinieri di Goro sono subito intervenuti sul posto per le valutazioni del caso ed è stato appurato che secondo il regolamento la votazione è da considerarsi valida, in quanto le schede erano già state compilate dalla signora Telloli ed inserite dal presidente di seggio nelle cassette elettorali con tanto di vidimazione dei nuovi codici antifalsificazione.

La novità del tagliando ha messo a dura prova anche i presidenti di seggio della nostra provincia. A Ferrara si è anche registrato il caso di una donna che ha chiesto e ottenuto di avere un’altra scheda e rivotare, in quanto aveva notato un tagliando strappato male, a suo dire, e temeva di incorrere nella nullità del voto. Molti elettori si fermavano fino al momento dell’introduzione della loro scheda nell’urna, da parte del presidente, forse allarmati dai messaggi WhatsApp veicolati per l’intera giornata sulla complessità delle operazioni e la necessità di fare molta attenzione. Il tutto ha appesantito il lavoro ai seggi con attesa anche di 20’-30’, a metà pomeriggio la Prefettura ha inviato una nota di servizio per autorizzare all’utilizzo anche dei vicepresidenti nelle funzioni attribuite appunto ai presidenti di seggio. Molte proteste, nel seggio e agli Uffici elettorali, per la divisione maschi-femmine delle code e delle chiamate: «Ma non si può andare da quello scrutatore che in questo momento non ha nulla da fare» chiedevano gli elettori nella coda “di genere”. Nella maggior parte dei seggi il suggerimento degli uffici elettorali, di scrivere e controllare solo le ultime cifre del codice identificativo (il resto era uguale per tutti) non è stato raccolto, contribuendo ad allungare i tempi.

La Commissione per gli ammessi al voto si è riunita quattro volte, nell’ultimo caso per consentire ad un residente ferrarese a Malta, non iscritto nell’Aire e ieri in città per motivi personali, di votare comunque.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro