Quotidiani locali

Finalmente Tomasi Trionfa dopo gli stop alle amministrative

Sconfitta due volte a Comacchio si prende una bella rivincita «Premio alla costanza: sempre creduto in questo progetto»

Maura Tomasi ha 54 anni. Avvocato, comacchiese doc, sposata con due figli (rispettivamente di 22 anni, iscritta a Giurisprudenza, e di 17 anni) e con due grandi passioni: la moto (ha una Bmw 600 Gs) e la lettura. Ora porterà Comacchio alla Camera. Ex vicesindaco nella sua città (con la giunta Carli), per due volte sconfitta da Marco Fabbri alle comunali (la prima volta nel 2012 non andò al ballottaggio, lo scorso anno è arrivata seconda ma non è bastato per il ballottaggio), stavolta la rappresentante leghista ha coronato anni di impegno politico, riscuotendo proprio nella sua Comacchio uno dei dati più importanti, con più del doppio dei voti di Falciano e addirittura più del triplo di Franceschini.

«È un risultato indubbiamente eclatante - dice la neoparlamentare - , ma non sorprendente e per il quale mi faccio una domanda: perché la Lega ha ottenuto così tanti voti? Per me la risposta è che questo risultato è frutto della nostra politica in questi anni, siamo stati più vicini alle esigenze della gente. Inutile mettere la testa sotto la sabbia, dicendo che non esistono un problema di sicurezza o non sia reale la crisi economica nel Paese... la gente ci ha premiato in questo senso».

M5s e Lega hanno raccolto la stanchezza della gente nei confronti del sistema?

«Non è un voto antisistema, non con una percentuale comunque importante di votanti. È un voto che riconosce l’adesione della gente ai programmi di questi partiti, considerati utili a risolvere i problemi. Ritengo il programma della Lega il giusto vestito per gli italiani».

Certo che dopo due comunali andate male, questa per lei è una bella soddisfazione...

«Diciamo che lo ritengo un premio alla costanza, perché sono una persona che si riconosce da tempo nel progetto della Lega, sia quando eravamo scesi al 2%, sia ora che siamo al massimo storico. Certo penso anche io sia strano il voto di Comacchio, dove la Lega ha ottenuto una percentuale altissima, eppure non era accaduto lo stesso solo pochi mesi fa a livello amministrativo. Come mai? Lascio aperta questa domanda a qualsiasi tipo di risposta...».

E a livello locale penserete già alle elezioni nel 2019.

«Ferrara è un disastro, pessima gestione del Pd, perché non si votano le persone ma anche le politiche fatte. I ferraresi sono stanchi: i problemi della zona Gad sono sotto gli occhi di tutti, se parliamo di politiche europee per l’agricoltura abbiamo visto cose assurde, ma possiamo spostarci alla sanità con gli ospedali che chiudono, il distretto turismo con Comacchio appaiata a Rimini o le tante buche nelle strade con Province che ci sono e non ci sono. Insomma, è chiaro che pensiamo alle comunali 2019».

Come cambia la vita della parlamentare Tomasi?

«Assolutamente in nulla, solo lavorerò di più. Mi ero candidata consapevole di questo e mi sono già organizzata in ufficio. Nasco avvocato e morirò avvocato, la politica non è un mestiere, forse è la prima volta che verrò retribuita dopo tanti anni di volontariato... I complimenti più apprezzati? Ringrazio tutti quelli che mi hanno votato - chiude -, specie a Comacchio e Goro. E mi hanno fatto piacere i messaggi di chi mi ha scritto che me lo merito per i tanti anni di attività politica».

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro