Quotidiani locali

“CAPITALE” LEGHISTA 

Il modello Bondeno è arrivato fino a Roma

Per la Lega, Bondeno, che nel 2011 venne nominata città con decreto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione del 150º anniversario dell'Unità d'Italia è da tempo la roccaforte...

Per la Lega, Bondeno, che nel 2011 venne nominata città con decreto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione del 150º anniversario dell'Unità d'Italia è da tempo la roccaforte indiscussa nel territorio provinciale. Un inizio in sordina poco prima dell’inizio degli anni Duemila quando, dopo un potere assoluto del centrosinistra con amministrazioni guidate dal Partito comunista, dal Partito socialista e per una legislatura da un sindaco del Partito popolare (Ettore Campi), a guidare il Comune venne eletto a sorpresa Davide Verri di Alleanza nazionale, che rimase in carica per due mandati, con la Lega che iniziò ad entrare nella stanza dei bottoni sostenendo le giunte Verri.

Quando quest’ultimo, dopo i due mandati previsti per legge, non potè più essere candidabile, il candidato per la guida del Comune fu il leghista Alan Fabbri, che venne eletto alla guida di una giunta di centrodestra. Fabbri ebbe il merito di accattivarsi le simpatie, soprattutto dei giovani: lo si poteva ritrovare nei pub a suonare in compagnia della sua band. Poi nel 2015 Fabbri si candidò in Regione e venne eletto in consiglio regionale ricoprendo la carica di capogruppo e nel contempo dimettendosi da sindaco. Si andò a nuove elezioni e il leghista Fabio Bergamini vinse a mani basse sul candidato del Partito democratico, Massimo Sgarbi. Fabbri è rimasto in consiglio comunale in qualità di presidente e successivamente è stato eletto anche segretario provinciale. L’effetto Bondeno ha contagiato l’Alto Ferrarese dove in pratica la Lega è presente in tutte le giunte, ad eccezione di Vigarano Mainarda e nel limitrofo Comune modenese di Finale Emilia. E ora l’ultimo colpo piazzato da Fabbri e soci, ovvero l’elezione a parlamentare del bondenese Emanuele Cestari. Il cielo assume sempre più il colore verde.(m.bar.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro