Quotidiani locali

La Lega primo partito Nel mirino le Comunali

Il prossimo anno amministrative apertissime in 13 comuni ferraresi  Scenari incerti anche a Ferrara dove il Pd è uscito dimezzato

C’è un’alta possibilità di ribaltone in vista delle prossime elezioni amministrative del 2019, quando 13 Comuni del Ferrarese, tra cui il capoluogo, saranno chiamati al rinnovo del sindaco e del consiglio comunale. Dopo i clamorosi esiti elettorali delle politiche di domenica, in prospettiva le cose si complicano non poco per quello che è sempre stato di gran lunga il partito di maggioranza relativa in provincia. Dai dati del collegio uninominale alla Camera di Ferrara, sia pure per un centesimo di punto percentuale, il Pd è stato battuto sia dalla Lega che da M5s. Tra un anno il test più impegnativo sarà proprio a Ferrara, dove più il centrodestra (per motivi di coalizione) che M5s può tentare la storica spallata.

Il Pd nel 2014 prese in città oltre il 46%, ora è sceso al 25,08%, quasi dimezzato, mentre la Lega è salita al 23,73% (aveva solo il 3%), balzo anche dei pentastellati passati dal 15 al 22,75%. Anche negli altri comuni dove è previsto l’eventuale ballottaggio la lotta sarà apertissima. Ad Argenta il Pd è sceso dal 50% di 4 anni fa al 31%. In crescita M5s che ora è al 23,98 e la Lega con 22,56 con la coalizione di centrodestra che ha superato quella di centrosinistra. Anche a Copparo storica roccaforte del centrosinistra ci sono stati pesanti scossoni. Il Pd in quattro anni anche qui come a Ferrara è passato dal 46% al 25%, superato dal M5s a 26,86% e con il fiato sul collo della Lega a 24,75, che con Fratelli d’Italia nel 2014 aveva solo il 5,6%.

Anche negli altri dieci comuni, dove non c’è il confronto di lista per la presenza nelle amministrative delle civiche, i risultati mettono in difficoltà il centrosinistra in vista del prossimo anno. A Berra la Lega è diventato il primo partito (28,63%), davanti a M5s (26,42%) con Pd solo terzo al 21%. A Fiscaglia ancora brividi Pd, solo terzo al 24,11% superato da M5s (29,43%) e Lega (26%). A Jolanda il primo partito è ora M5s davanti al Pd (27,18%) e Lega (24,67%). A Lagosanto, dopo le polemiche con il sindaco Romanini, crollo del Pd al 15,53% con M5s che schizza al 34,09% e la Lega al 29,94%.A Masi Torello Lega al 32,63%, M5s al 23,48% e Pd al 17,50%. Anche a Mesola la Lega è diventata il primo partito 29,52% davanti a M5s (28,15%) con il Pd scivolato al 20,24%. A Ostellato che 4 anni fa aveva eletto il sindaco Pd con l’88% dei consensi, il partito è sceso appena al 22% superato anche qui superato da Lega (27,86%) e M5s (25,54%). I Cinque stelle in testa invece a Poggio Renatico (28,16%) davanti a Lega (25,58) e il Pd terzo con il 22,64%. Il Pd resta per un pelo primo partito a Ro con il 26,97% davanti a M5s 26,87% e lega 24,46. Infine a Voghiera vince la Lega (27.06%), davanti al Pd (24,25%) e M5s (23,09%). A bene vedere la situazione è aperta a tutto. Sarà un anno di campagna elettorale verso le amministrative del 2019 giocata all’ultimo voto.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro