Quotidiani locali

Vai alla pagina su Elezioni politiche 2018
Pd alla resa dei conti Marattin contro i leader

Pd alla resa dei conti Marattin contro i leader

Il renziano: Calvano e Vitellio dovevano dimettersi, forte discontinuità per il 2019 La prossima settimana Direzione provinciale, anche il tema Gad divide il partito

La resa dei conti nel Pd ferrarese dopo il tracollo del 4 marzo è fissato alla Direzione provinciale in convocazione nella prossima settimana, dopo l’analogo organismo nazionale di lunedì. Luigi Vitellio è orientato ad arrivarci senza mettere sul piatto le preventive dimissioni da segretario provinciale, mossa annunciata invece da Renzi, ma certo l’argomento sarà affrontato. Il gruppo dirigente si aspettava l’affondo dei renziani della prima ora, dopo la prima (cauta) presa di distanza del segretario regionale Paolo Calvano, sempre a fianco di Vitellio da quando gli ha lasciato il posto in via Frizzi, anche se la fronda interna sembra salire pure dal territorio (vedi Andrea Marchi, sindaco di Ostellato, già di traverso sulla questione candidature). È indubbio però che il primo, pesante affondo sia firmato dal renzianissimo Luigi Marattin, il quale appena avuto la notizia dell’elezione da terzo alla Camera Reggio, si è levato dei “sassoloni”: «Calvano e Vitellio hanno fatto una battaglia molto forte per estromettermi dalle candidature nel collegio di Ferrara, perché secondo loro avrei fatto perdere Franceschini. Ma non bisogna mai chiedere a qualcuno di fare qualcosa che si è perfettamente in grado di fare da soli. Vitellio perde puntualmente tutte le elezioni, Calvano ha ottenuto il peggior risultato dell’Emilia Romagna. Mi aspettavo che un minuto dopo che Renzi aveva annunciato le sue dimissioni, loro facessero altrettanto. Nel Pd ci sono tantissime belle energie che fino a questo momento sono rimaste emarginate da un cerchio magico di livello molto basso, quello che è mancato nel partito è un approccio inclusivo basato sul merito. E questo è stato il risultato».

La questione-leadership, tra renziani ed ex-post renziani, con possibili alleanze trasversali nel territorio, s’intreccia con quella di un’immediata reazione nei confronti dell’elettorato in vista dell’appuntamento cruciale con le Comunali 2019, e qui il terreno di confronto dovrà per forza comprendere le politiche sull’immigrazione. Le analisi post-voto di Calvano e Vitellio, che inseriscono la questione Gad a fianco di Carife come cause locali del crollo, differiscono non di poco da quella del sindaco Tiziano Tagliani, che mette la Gad sullo stesso piano di altre zone “calde” di città come Modena o Bologna, dove il Pd ha perso meno. E con il sindaco ha sempre mostrato sintonia l’assessore alla Sicurezza, Aldo Modonesi, papabile numero uno alla candidatura dem per Palazzo Municipale, che vuole approfondire l’analisi del voto prima di sbilanciarsi. Un giro di vite sulla questione Gad, però, sembra la strada più praticabile da parte del Pd per dare un segnale di “adesione” alla nuova realtà uscita dalle urne, è probabile che ci siano suggerimenti in questo senso in Direzione. Più complicato intervenire a livello locale sull’altra ferita da emorragia di voti, cioè Carife.

È presumibilmente Modonesi al centro del mirino del secondo affondo di Marattin, «dopo una batosta simile il prossimo candidato sindaco dovrà essere in forte discontinuità con la precedente amministrazione, pur ritenendo Tiziano Tagliani un ottimo sindaco». Lo juventinissimo neodeputato chiarisce di non parlare di se stesso, «tre anni fa ho giurato sulla Juve che non mi sarei mai candidato primo cittadino, e io ho una sola parola. Ma è arrivato il momento di considerare le tante energie del Pd finora tenute ai margini, non è vero che manca una classe dirigente, non è stata valorizzata come meritava». Dall’esito del confronto sul segretario, quindi, si capirà fino a che punto la rosa dei candidati alla successione di Tagliani si potrà ampliare al di fuori del “giro” degli assessori.

Stefano Ciervo

Alessandra Mura

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro