Quotidiani locali

Donna caduta in bici, trovata l’auto pirata

Aveva toccato la bicicletta ma non ha prestato soccorso: denunciata 34enne

TRESIGALLO. È stata subito individuata dai carabinieri l’auto pirata che sabato sera, poco dopo le 19, aveva toccato la bicicletta condotta da una quarantenne, facendo cadere la donna sull’asfalto, senza poi fermarsi per prestare soccorso. La vittima, una donna straniera residente a Tresigallo, nella caduta ha riportato fortunatamente solo lievi lesioni alla parte sinistra del corpo, ma per maggiore sicurezza il personale del 118 intervenuto sul luogo dell’incidente (in via del Mare, alle porte di Tresigallo) ha deciso di trasportarla al pronto soccorso dell’ospedale del Delta di Lagosanto.

Ciclista urtata da un’auto pirata

La 40enne era uscita dalla propria abitazione per andare in centro a Tresigallo, quando un’automobile che procedeva sulla via del Mare nella stessa direzione ha toccato la bicicletta, facendola cadere. La bici aveva il fanale e, comunque, per la dinamica dell’incidente è praticamente impossibile che il conducente dell’auto non l’abbia vista. La donna ha subito chiamato i carabinieri, sul posto sono giunti quelli della stazione di Tresigallo i quali, sulla base di alcune testimonianze e di altri elementi acquisiti sul posto (ad esempio un pezzo del fanale dell’automobile), hanno identificato praticamente subito il conducente della vettura, una donna di 34 anni del posto. Per lei è arrivata una denuncia per omissione di soccorso.
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro