Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Renazzo e Bevilacqua avranno più ciclabili e meno mezzi pesanti

Piano del traffico, proposte per la viabilità nelle due frazioni Nuova segnaletica in via Riga e percorsi protetti per le scuole

RENAZZO. Nel piano generale del traffico, progetti d’intervento anche per Renazzo e Bevilacqua. A presentarli alle consulte unite, l’ingegner Alfredo Drufuca, l’architetto Beatrice Contri e il vicesindaco Simone Maccaferri. Riscontrati su Renazzo, importanti criticità di traffico e viabilità simili a quelle di “una piccola città”.

Tra i primi obiettivi, quello di inserire i due paesi nella rete delle piste ciclabili che attraversano il territorio, collegando XII Morelli a Renazzo, attraverso ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

RENAZZO. Nel piano generale del traffico, progetti d’intervento anche per Renazzo e Bevilacqua. A presentarli alle consulte unite, l’ingegner Alfredo Drufuca, l’architetto Beatrice Contri e il vicesindaco Simone Maccaferri. Riscontrati su Renazzo, importanti criticità di traffico e viabilità simili a quelle di “una piccola città”.

Tra i primi obiettivi, quello di inserire i due paesi nella rete delle piste ciclabili che attraversano il territorio, collegando XII Morelli a Renazzo, attraverso via Maestra Grande e via Chiesa, e/o via Paratore, per proseguire in direzione di Corporeno e Cento, attraverso via Alberelli, fino al Bivio Dondini e via di Renazzo. Un itinerario protetto riservato alle bici anche da Bevilacqua, attraverso via San Giuseppe e via Ferioli.

Tra le opere prioritarie per mettere in sicurezza la viabilità di Renazzo, previsto il completamento del percorso pedonale protetto fino all’attuale scuola primaria, oltre all’adozione di provvedimenti di limitazione di circolazione di mezzi pesanti su via di Renazzo nord (dal semaforo a via Nuova), dove tra l’altro verrà rifatto a partire da aprile il manto stradale. Poi da studiare con i residenti di via Chiesa, oltre al previsto rifacimento di via Chiesa, opere per limitarne la velocità e tradurla in strada dedicata alla ciclabilità.

In seconda fase, previste per Renazzo, quattro porte d’accesso volte a rallentare i mezzi che entrano in paese: una su via Alberelli in prossimità di Negrini, una su via Ferioli, e due, una su via Renazzo e una su via Maestra Grande, in prossimità di via Buttieri. La frazione rientrerà poi nella riduzione della viabilità a 30 km/h. Previsti, inoltre, due attraversamenti pedonali rialzati su via di Renazzo, prima e dopo la chiesa, e platee agli incroci tra via Isonzo e via Vespucci, via Lamborghini e via Renazzo, e via Taddia e via Maestra Grande.

Riflessione aperta sui provvedimenti da introdurre in diversi punti critici di Renazzo, dall’uscita dei mezzi pesanti dall’impresa Molini Pivetti, agli incroci pericolosi di via di Renazzo, in uscita su via per Modena a sud, e su via Nuova a nord. Tra i primi interventi previsti per Bevilacqua, la messa in sicurezza e il rafforzamento della segnaletica su via Riga, all’altezza con via Lenzi e via Provane, oltre a completare il percorso pedonale lungo tutta la parte urbanizzata, e che oggi è protetto fino davanti al cimitero del paese.

Richiesto invece dai residenti, un semaforo lampeggiante all’incrocio tra via Riga e via Lamborghini, spesso teatro di incidenti. In seconda fase, la realizzazione di una rotatoria centrale all’incrocio tra via Riga e via Provane, il collegamento ciclabile su via San Giuseppe, e la realizzazione di due porte di accesso (con sfasamento di corsia) per rallentare la velocità su via Riga, all’inizio e alla fine del paese. Raccolte dai tecnici, diverse segnalazioni e proposte fatte dai residenti.

Beatrice Barberini

©RIPRODUZIONE RISERVATA.