Quotidiani locali

Terre e Fiumi, alle strade l’avanzo di bilancio

Risorse per quasi 700mila euro da distribuire quota parte nei singoli comuni  Riunione di consiglio vivace: centrodestra contro Zaghini e Rossi replica

COPPARO. Giovedì sera, riunione accesa del consiglio dell'Unione Terre e Fiumi. Apertura con il rendiconto di bilancio della gestione 2017. L'Unione ha approvato in ritardo il rendiconto, ma ampiamente nei termini della diffida del Prefetto.

In apertura, con una comunicazione, Amà (Centrodestra) aveva stigmatizzato il ritardo, auspicando dimissioni dell'assessore competente Zaghini e sanzioni ai tecnici eventualmente colpevoli. Zaghini ha risposto con una battuta feroce ed ha spiegato che la precedenza, visto che l'ufficio ragioneria è in comune, è andata al comune di Berra (che in caso di mancanza poteva essere sciolto), arrivato lungo per nuovi adempimenti, mentre non risulta che l'Unione possa ricevere tale sanzione. Spiegazioni tecniche anche dalla presidente Bui.

Comunque, si è poi andato a discutere del rendiconto. L'Unione ha registrato un positivo di 4.260.466 euro, legato alle nuove norme di bilancio, che comunque obbliga ad accantonare un fondo per i crediti di dubbia esigibilità. Lasciate da parte le quote non impiegabili, circa due milioni, degli altri due si accantonano quote per coprire eventuali problemi dall’uscita di Jolanda e per le entrate incerte nel 2018 e 2019. Per il secondo anno, è stato sottolineato, non ci sono stati ricorsi ad anticipazioni di cassa e quindi niente interessi passivi. Restano sei-settecento mila euro che potrebbero essere utilizzati restituendo una quota parte ai singoli comuni, per utilizzarli nella sistemazione delle strade. Ci si ragionerà su.

Le minoranze hanno sottolineato come l'Unione non investa. Zaghini ha illustrato tutti i servizi ai cittadini dell'Unione. Politicamente feroce, Nicola Rossi, ha accusato la minoranza di intervenire a sproposito, di non sapere di cosa stava parlando e di non capire come funziona e a cosa serva l'Unione. Approvazione a maggioranza, contraria la minoranza.

Respinta la mozione sugli assistenti civici volontari: si sta lavorando per chiedere flessibilità sulla circolare Gabrielli per le manifestazioni dei piccoli centri. Favorevoli Centrodestra e la minoranza di Berra, astenuto Azzalli e contrari tutti gli altri.

Approvazione unanime, infine, per l'affidamento in gestione associata tra Unione e comuni per l'assistenza ai disabili nelle scuole medie del territorio, andando ad integrare i finanziamenti statali.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro