Quotidiani locali

Cede una “branca” del cedro del Libano e sfiora due persone

Gli addetti di Ferrara Tua erano a Parco Massari per verifiche. Scivolata l’imbragatura di sostegno, controlli sulla pianta

Crolla un ramo del cedro di parco Massari e sfiora due persone Uno dei rami del cedro del Libano di parco Massari è crollato rischiando di colpire due persone. Verifiche da parte degli addetti di Ferrara Tua (video di Andrea Rossetti)LEGGI L'ARTICOLO

FERRARA. Erano già lì, ai piedi del monumentale cedro del Libano, e stavano chiudendo il cancello principale di Parco Massari proprio per poter dare un’occhiata in sicurezza alle condizioni della pianta, quando hanno sentito quel suono secco di qualcosa che si stava spezzando. Hanno fatto appena in tempo a scansarsi, i due addetti di Ferrara Tua, che l’enorme ramo frontale all’ingresso del parco, detto branca, si è schiantato a terra.

Poteva andare peggio, ieri mattina (11 giugno) nel parco più frequentato della città, che giusto quattro giorni prima era colmo di ragazzini festanti per la fine della scuola. Così i danni sono stati limitati a uno dei due alberi monumentali piantati a metà del XIX secolo dal conte Francesco Massari, da tempo imbragato al pari del “cugino” i cui rami debordano su corso Porta Mare. C’è chi, abitando lì davanti, aveva notato già nella serata di domenica l’imbrago penzolante dal palo di sostegno, e in quel caso il peso del ramo sarebbe diventato insostenibile in poche ore; e altri che sottolineavano come le vaste chiazze prive di corteccia sulla superficie del tronco siano spie delle debolezze di una pianta sulla quale hanno giocato, da bambini, intere generazioni di ferraresi. È il caso di interdire l’accesso al cedro almeno fino a nuovi accertamenti? «Bisogna valutare bene le condizioni dell’albero e dell’apparato di sicurezza, prima di prendere decisioni che comunque competono all’amministrazione comunale - dice prudentemente il direttore di Ferrara Tua, Stefano Lucci - Può darsi che le condizioni meteo degli ultimi giorni, con piogge forti, vento e poi temperature alte, possano avere inciso su quanto successo».

L'imbragatura che sorreggeva il ramo...
L'imbragatura che sorreggeva il ramo ha ceduto prima del crollo


Ieri mattina sono intervenuti gli addetti di Boschiva, la società incaricata di tenere in ordine il verde di Parco Massari, a rimuovere il grosso ramo anche se l’ingresso resta interdetto «per un tempo non definito, in quanto risulta necessaria una puntuale verifica dello stato di stabilità della pianta» recita la nota ufficiale. Quanto successo è però un secondo campanello d’allarme sullo stato in generale delle alberature del parco, dopo il secco crollo di una pianta nella zona centrale avvenuto nel giorno di Pasquetta, sul quale è in corso un progetto di monitoraggio. In specifico si riaccendono i fari sulle condizioni dei cedri del Libano: serve «un controllo esteso agli altri ancoraggi ormai osboleti e ad alcune criticità di altre banche molto lunghe e pesanti».

Stefano Ciervo

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro