Quotidiani locali

A Lido Volano arriva nuova sabbia

La Regione stanzierà fondi urgenti per il ripascimento Callegarini (Confesercenti): «Intervento atteso da mesi»

LIDO VOLANO. Ripascimento dell'arenile in dirittura d'arrivo al Lido di Volano, con intervento regionale di somma urgenza per un importo di circa 100mila euro. La conferma arriva dopo una prolungata attesa degli operatori della località balneare, preoccupati per l'eventualità che una mareggiata di inizio estate, come quella registrata il 16 giugno 2017, possa mordere altri metri di spiaggia a stagione ormai avviata.

«Stiamo andando incontro al periodo cruciale dell'alta stagione - interviene Luca Callegarini, funzionario provinciale di Confesercenti, presidente della Cooperativa degli stabilimenti balneari del Lido di Volano -, ma ancora tutto tace sul ripascimento del Lido di Volano, annunciato dalla Regione nei mesi scorsi. I funzionari Miccoli e Farina si erano presi l'impegno di cominciare subito dopo Pasqua, una volta espletate le procedure necessarie, ma stiamo ancora attendendo che partano i lavori». A parere degli operatori del lido è indispensabile intervenire rapidamente, non solo per evitare l'interferenza con la presenza dei turisti in spiaggia, ma anche per scongiurare il pericolo di un'ingressione marina in pineta, in caso di forte mareggiata. «Forse sono subentrati problemi burocratici di troppo - conclude Callegarini -, ma le risposte urgenti non possono attendere la burocrazia».

Pronta la replica del dirigente regionale del Servizio tecnico di bacino Po di Volano e della costa, Claudio Miccoli, il quale, nel fare il punto della situazione, riconosce che «abbiamo già effettuato un sopralluogo e dalla relazione che ne è scaturita, si sono riscontrati elementi di somma urgenza. La Giunta regionale sta cercando di reperire i fondi necessari e nel brevissimo sarà rifinanziato il capitolo di bilancio per il ripascimento del Lido di Volano. C'è da tenere in considerazione che la Regione in 4 mesi ha stanziato per interventi di somma urgenza 3 milioni di euro, che in passato venivano spesi in un anno. Con la dichiarazione di gravità degli eventi in montagna dello scorso inverno - prosegue Miccoli - arriveranno dal Governo risorse e questo ci consentirà di scorporare altre somme, che saranno reinvestite per la somma urgenza al Lido di Volano e per altri interventi».

Escluso a priori il ricorso al sabbiodotto, dato che per il solo montaggio occorrerebbe un mese di lavoro, come avvenuto lo scorso anno, si procederà scavando sabbia nello scannone di Goro, per poi trasferirla a rimpinguare l'arenile del Lido di Volano attraverso autoarticolati. «Gli operatori hanno ragione a manifestare le loro preoccupazioni - conclude Miccoli -, faremo tutto il possibile per intervenire con urgenza, creando meno problemi e, se del caso, lavorando anche di notte. In tempi brevissimi si procederà ad affidamento diretto dei lavori, senza gara. Ci sta a cuore anche la tutela della fascia dunosa e non solo la fruizione turistica. E' una priorità l'intero sistema di difesa costiera».

Katia Romagnoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro