Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La vita a Marozzo tra solidarietà e tanto volontariato

Un caffè con la Nuova al bar Leden di Marozzo

Ieri l'incontro con gli abitanti del paese al bar Leden. Costante impegno delle associazioni per la comunità

Marozzo, solidarietà e volontariato

MAROZZO. Volontariato, solidarietà e collaborazione sono gli elementi che coagulano e vivificano non solo i residenti di Marozzo, piccola frazione di Lagosanto, ma l’intera comunità comunale. Anche se è concreto il rischio di vanificare l’impegno di tutti a causa dello scarso ricambio generazionale tra i volontari. Oltre a fare emergere una sorta di distacco, di sottil ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Marozzo, solidarietà e volontariato

MAROZZO. Volontariato, solidarietà e collaborazione sono gli elementi che coagulano e vivificano non solo i residenti di Marozzo, piccola frazione di Lagosanto, ma l’intera comunità comunale. Anche se è concreto il rischio di vanificare l’impegno di tutti a causa dello scarso ricambio generazionale tra i volontari. Oltre a fare emergere una sorta di distacco, di sottile diffidenza, di pollice verso, nei confronti delle diverse forme di aggregazione tra Comuni, sia fusioni che Unioni, accusate di fare perdere l’identità storica e culturale ma anche il livello dei servizi erogati alla comunità, con un briciolo di campanilismo.

Così, al bar Leden, l’incontro dei cittadini di Marozzo, degli amministratori comunali e del mondo dell’associazionismo con il direttore de la Nuova Ferrara, Luca Traini, nell’ambito dell'iniziativa “Un caffè con La Nuova”, ha costituito l’occasione per presentare uno spaccato della effettiva realtà della Frazione e del Comune. Un appuntamento che il direttore Traini ha definito come un modo per «conoscere da vicino queste realtà e per cercare di ri-centrare l’obiettivo sulla vita di tutti i giorni delle piccole comunità». E ha ricordato che il ciclo di appuntamenti della Nuova con le frazioni va avanti da oltre un anno, con almeno 40 incontri organizzati finora.


All’incontro erano presenti, oltre a diversi residenti, il sindaco Maria Teresa Romanini, il vice Davide Bigoni e l’assessore Antonella Mazzotti. Mentre per il mondo dell’associazionismo, Doriana Doria, presidente della Pro Loco, Elisabetta Tagliatti, coordinatrice della sezione comunale Auser, Carlo Menegatti del Cineclub Fedic, Oliviana Carletti, di Marozzo, che come Auser della frazione gestisce la darsena, Gino Menghini e Lauro Valisella di Avast, che effettua trasporti di cittadini e pazienti nelle strutture sanitarie non solo del territorio.

Il sindaco Romanini ha presentato la frazione di Marozzo, «completamente ricadente nel territorio comunale, che nel bar Leden ha un punto di incontro importante, sono ubicati l’idrovoro e l’Ospedale del Delta, mentre la nuova circonvallazione ha alleggerito il traffico che non attraversa più la borgata».

Quindi è intervenuta Doria, che ha evidenziato la difficoltà nell’organizzazione d'iniziative e manifestazioni a Lagosanto, schiacciata da altre più consistenti realtà comunali. Ma l’impegno per organizzare eventi è costante, «come in agosto per la 421ª edizione della Fiera che teniamo viva con un calendario di iniziative in collaborazione con le altre associazioni di ambito comunale».

Invece Tagliatti ha presentato Auser come associazione «che aiuta le persone in difficoltà anche coinvolgendole, con una positiva ricaduta sulla comunità. Ci è stato assegnato il riconoscimento del bollino verde e la denominazione di circolo culturale, per le attività che organizziamo anche di carattere sociale, tessendo una rete di valori che sostiene tutte le nostre attività».

Quindi sono intervenuti anche Menegatti, proponendo «attività per salvare la memoria del nostro territorio in una banca dati», Bigoni, che si è detto perplesso sulle fusioni e guardingo sulle Unioni tra Comuni, e i rappresentanti Avast: «Abbiamo sempre meno autisti volontari».

Piergiorgio Felletti