Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Questione di Finley. La band sul palco con il nuovo show

Finley

Pedro: abbiamo ancora fame di musica e amiamo le sfide. Brani storici e nuove hit sul palco a Vigarano Mainarda


VIGARANO MAINARDA. Ci sono canzoni che hanno la capacità di racchiudere in tre minuti ricordi, momenti e sorrisi. Chi era adolescente dieci o dodici anni fa non può non ricordarsi dei Finley: ragazzi, quasi coetanei, che cantavano “Fumo e cenere”, “Tutto è possibile”, “Adrenalina” o “Sole di settembre”. Oggi, come il loro pubblico, anche quei ragazzi sono cresciuti ma non hanno smesso di mettersi in gioco e di fare musica. Sabato la band suonerà in piazza a Vigarano Mainarda in occasione di ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter


VIGARANO MAINARDA. Ci sono canzoni che hanno la capacità di racchiudere in tre minuti ricordi, momenti e sorrisi. Chi era adolescente dieci o dodici anni fa non può non ricordarsi dei Finley: ragazzi, quasi coetanei, che cantavano “Fumo e cenere”, “Tutto è possibile”, “Adrenalina” o “Sole di settembre”. Oggi, come il loro pubblico, anche quei ragazzi sono cresciuti ma non hanno smesso di mettersi in gioco e di fare musica. Sabato la band suonerà in piazza a Vigarano Mainarda in occasione di Vigarano s’Incanta, festival dedicato agli artisti emergenti e che inizia questa sera alle 20.30. Nel frattempo, il frontman dei Finley, Pedro (nella foto), ha raccontato alla Nuova questi anni fatti di cambiamenti e nuove sfide.

Chi sono i Finley oggi?

«Sono una band di amici che ha scelto di intraprendere un percorso di musica e sfide. Sicuramente alle spalle abbiamo qualche primavera in più ma siamo ancora affamati e oggi più consapevoli di ieri. Abbiamo vissuto alti e bassi come capita spesso in questo mondo ma ora stiamo vivendo un momento positivo dal punto di vista artistico e ne siamo felici».

Com’è stato fare un nuovo album a distanza di anni?

«È stata una grande sfida. Dopo gli ultimi due album usciti nel 2012 abbiamo scelto di prenderci un po’ di tempo per sviluppare anche altri progetti. C’è stata la colonna sonora per il progetto o “Lego Legends of Chima” e poi abbiamo iniziato un percorso, che continua tuttora, come speaker radiofonici. Tutto questo ci ha portato ad avere nuovi stimoli creativi e a lavorare a nuove composizioni».

Si ricorda ancora quando nel 2006 uscì il vostro primo album, “Tutto è possibile”?

«Ho ricordi nebulosi, più che un momento riesco a focalizzare un periodo. Ricordo bene l’elettricità di quegli anni, andavamo ai settemila all’ora. Partiva un tour e aumentavano il pubblico, le date in calendario e salivamo nelle classifiche. È stato un crescendo continuo, una corsa. Vedere il nostro album negli store e vedere tante ragazze e ragazzi che hanno voluto fare quel disco loro, è stata per noi una grande soddisfazione».

Come vede il mondo della musica oggi?

«Il mondo della musica e tutto ciò che gli ruota attorno è cambiato molto in questi anni. Mi affascina capire cosa ascoltano i teenager oggi. Ricordo le band che folgorarono noi durante l’adolescenza».

Per tantissimi giovani siete stati un simbolo.

«Forse in un certo senso sì. Erano gli anni di Mtv e dei programmi musicali. Oggi con la rete è cambiato tutto, ci sono piattaforme diverse e anche il modo di ascoltare e fruire la musica è diverso. Noi siamo contenti del nostro “Armstrong” perché siamo cresciuti nella scrittura, nella composizione e negli arrangiamenti anche se la matrice Finley si sente sempre. Ci sono novità ma non rinneghiamo il passato».

State lavorando a nuovi progetti?

«“Tutto quello che ho”, il singolo uscito ad aprile, è stato scelto come colonna sonora del Mondiale di F1 per Sky e di questo siamo felici. Poi di progetti ce ne sono tanti, oltre a continuare con la radio stiamo scrivendo nuovo materiale. Alla fine non smettiamo mai di scrivere e buttare giù idee; da ogni momento che si vive può nascere qualcosa».

Come sarà il concerto di sabato a Vigarano?

«Abbiamo messo a punto uno show energico. In scaletta ci sono i successi e i nuovi brani che dal vivo hanno un impatto devastante. Sia i fan di vecchia data, sia quelli che ci hanno scoperto da poco, avranno modo di divertirsi». —