Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cicloturistica invasa dalle automobili «Presto la soluzione»

Il primo cittadino risponde alla segnalazione di un residente «Viene usata come scorciatoia: la sbarra sarà aggiustata»

SANTA GIUSTINA

Domenica scorsa avevamo raccontato la vicenda che interessa ormai da oltre un anno l’itinerario cicloturistico Canal Bianco (circa 3.7 chilometri), che ha visto alcuni vandali (o persone che ne traggono vantaggio?) buttare giù il paletto e rompere le sbarre poste ad uno degli ingressi, precisamente quello all’uscita per Santa Giustina, nei pressi di Torre Abate). Da lì la protesta di un residente, Marco Modena, il quale in un paio di occasioni si è rivolto all’amministrazione c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SANTA GIUSTINA

Domenica scorsa avevamo raccontato la vicenda che interessa ormai da oltre un anno l’itinerario cicloturistico Canal Bianco (circa 3.7 chilometri), che ha visto alcuni vandali (o persone che ne traggono vantaggio?) buttare giù il paletto e rompere le sbarre poste ad uno degli ingressi, precisamente quello all’uscita per Santa Giustina, nei pressi di Torre Abate). Da lì la protesta di un residente, Marco Modena, il quale in un paio di occasioni si è rivolto all’amministrazione comunale di Mesola e, direttamente, anche al sindaco Gianni Michele Padovani. Quest’ultimo ad inizio estate aveva garantito una risposta in tempi brevi, ma ancora a Ferragosto il disagio era ben presente, con la via Comunale per Goro attraversata regolarmente da autoveicoli che in una strada così stretta creano notevoli problemi al passaggio di ciclisti e pedoni.

la risposta

«Come avevo avuto modo di raccontare anche al residente - ci spiega il primo cittadino mesolano -, abbiamo subito cercato delle soluzioni che, però, non dipendono solo da noi, ma anche dal Consorzio di Bonifica (la strada costeggia il Canal Bianco, ndr). Mi rendo conto che la sbarra aperta comporta dei disagi, perché è una utile scorciatoia ed è poco trafficata. Inoltre, esiste una strada trasversale nella quale abbiamo messo dei dossi per ridurre la velocità e così per evitare di passare sui dossi molta gente preferisce prendere la via Comunale».

le soluzioni

Il sindaco aveva prospettato due possibili soluzioni, le telecamere (saranno diverse quelle poste nel territorio comunale) o dossi artificiali per rallentare la velocità. «Ma la prima cosa da fare - aggiunge poi - è ripristinare la sbarra, garantendo ai proprietari terrieri della zona di avere le chiavi per il lucchetto con il quale chiudiamo la sbarra (come accade per la chiusura all’altro capo dell’itinerario cicloturistico, ndr). Certo è che il paletto di sostegno è stato proprio divelto, quindi bisogna rifare la chiusura. Aspettiamo che passino questi giorni di ferie (anche per il sindaco, ndr) e poi risolveremo la situazione». Per la gioia di quanti utilizzano questo percorso dalla Destra Po a Torre Abate. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI