Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Oltre la metà di prodotto italiano arriva dalla Sacca

Oltre la metà delle vongole prodotte in Italia arriva dalla Sacca di Goro. Proprio l’incontro fra l’acqua dolce del grande fiume e quella salata del mare, insieme a condizioni climatiche...

Oltre la metà delle vongole prodotte in Italia arriva dalla Sacca di Goro. Proprio l’incontro fra l’acqua dolce del grande fiume e quella salata del mare, insieme a condizioni climatiche particolarmente favorevoli, lo rende l’habitat ideale per la coltivazione dei molluschi, soprattutto vongole, ma anche cozze e ostriche. I pescatori sono circa 1.200 su 3.800 abitanti: contando anche l’indotto, praticamente tutti lavorano nel settore. Il lavoro del “vongolaro” è a metà strada fra quello del ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Oltre la metà delle vongole prodotte in Italia arriva dalla Sacca di Goro. Proprio l’incontro fra l’acqua dolce del grande fiume e quella salata del mare, insieme a condizioni climatiche particolarmente favorevoli, lo rende l’habitat ideale per la coltivazione dei molluschi, soprattutto vongole, ma anche cozze e ostriche. I pescatori sono circa 1.200 su 3.800 abitanti: contando anche l’indotto, praticamente tutti lavorano nel settore. Il lavoro del “vongolaro” è a metà strada fra quello del pescatore e quello dell’agricoltore: le vongole, infatti, vengono coltivate nella Sacca e l’acqua è trattata e curata come se fosse un appezzamento di terra. Si tratta di un settore che non ha mai conosciuto crisi, che è molto remunerativo e offre posti di lavoro ben pagati e poco specializzati.