Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Per la polizia provinciale blitz lungo il Po di Goro contro la pesca abusiva

Goro Intervento contro la pesca abusiva della Polizia provinciale lungo il Po di Goro. Gli uomini della polizia provinciale, a bordo dell’imbarcazione di servizio, durante una serie di controlli...

Goro

Intervento contro la pesca abusiva della Polizia provinciale lungo il Po di Goro. Gli uomini della polizia provinciale, a bordo dell’imbarcazione di servizio, durante una serie di controlli lungo il Po di Goro hanno recuperato 19 cogolli, dei quali 16 con lunghezza di 3 metri e 3 di queste micidiali trappole, nelle quali il pesce una volta entrato non esce più, di una lunghezza di 7 metri.

attrezzi abusivi

Tutti attrezzi abusivi che quindi prelevavano pesce in maniera illegittima. Attrez ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Goro

Intervento contro la pesca abusiva della Polizia provinciale lungo il Po di Goro. Gli uomini della polizia provinciale, a bordo dell’imbarcazione di servizio, durante una serie di controlli lungo il Po di Goro hanno recuperato 19 cogolli, dei quali 16 con lunghezza di 3 metri e 3 di queste micidiali trappole, nelle quali il pesce una volta entrato non esce più, di una lunghezza di 7 metri.

attrezzi abusivi

Tutti attrezzi abusivi che quindi prelevavano pesce in maniera illegittima. Attrezzi che tra l’altro molto spesso deteriorano e danneggiano anche l’ecosistema provocando danni spesso irreparabili. Un altro cogollo è stato rimosso nel Canale Circondariale, in territorio comunale di Comacchio, e un altro nel canale Po di Volano, a Codigoro.

rimosso un tramaglio

A Mezzogoro, invece, è stato rimosso un lunghissimo tramaglio di quasi cento metri, anch’esso destinato alla pesca di frodo. Ingente la quantità di pesce liberato laddove è stato rinvenuto vivo, mentre quello intrappolato nel tramaglio purtroppo era già morto al momento dell’intervento degli agenti provinciali.

priorità al pesce vivo

Ovviamente la priorità della polizia provinciale è quella di salvare il pesce e tenerlo in vita, ma non sempre si riesce. «Rivolgo un grazie ai colleghi – ha detto il comandante della polizia provinciale Claudio Castagnoli – per un impegno costante a difesa della legalità e del nostro patrimonio naturalistico, anche nel campo della pesca». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI