Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

West Nile, al via analisi su anziano copparese Accertamenti in corso

Caso sospetto su un uomo di 83 anni con sintomi da virus  Intanto si segnalano altri due decessi a Bologna

copparo

Un anziano residente nel territorio comunale copparese è stato ricoverato nella giornata di ieria Cona per sintomi che possono far pensare alla West Nile. Ha 83 anni, febbre e dolori alla testa per cui è scattato immediatamente da parte delle autorità sanitarie il protocollo per verificare se la persona abbia proprio contratto il virus della West Nile o se si tratta invece di una forma pre-influenzale che porta a sintomi di febbre e malessere.

Analisi in corso

Sono state avviate quind ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

copparo

Un anziano residente nel territorio comunale copparese è stato ricoverato nella giornata di ieria Cona per sintomi che possono far pensare alla West Nile. Ha 83 anni, febbre e dolori alla testa per cui è scattato immediatamente da parte delle autorità sanitarie il protocollo per verificare se la persona abbia proprio contratto il virus della West Nile o se si tratta invece di una forma pre-influenzale che porta a sintomi di febbre e malessere.

Analisi in corso

Sono state avviate quindi le analisi cliniche all’ospedale Sant’Anna e nelle prossime ore si dovrebbe conoscere meglio il quadro clinico su questo nuovo caso e soprattutto sapere se sia da ascrivere alla West Nile, che farebbe in questo modo salire a otto le persone ricoverate o altra forma virale.

Anno orribile

Quest’anno è stato veramente un anno orribile per l’esplosione della West Nile, con numerose persone che sono morte per l’aggravarsi del quadro clinico dopo aver contratto il virus. A Ferrara dallo scorso luglio si contano cinque persone e un totale di 13 casi. Intanto si registrano altri due decesso in regione. Due donne ottantenni che erano ricoverate nel reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore di Bologna sono morte nel fine settimane per complicazioni legate anche alla Febbre del Nilo. Le pazienti soffrivano di gravi patologie già in atto alle quali si è sovrapposta l’infezione da West Nile. Salgono così a dieci i casi mortali in Emilia Romagna: oltre i cinque casi ferraresi ci sono da segnalare anche tre persone morte nel Ravennate.

Appello del centro agricolo

La diffusione del virus West Nile, secondo il Centro Agricolo ambientale, «si può contenere attraverso una attività preventiva di controllo della zanzara Culex pipiens (la zanzara comune), con trattamenti larvicidi più efficaci, e soprattutto senza nessun impatto ambientale, rispetto ai trattamenti “adulticidi”, che intervengono a diffusione avvenuta. Una lotta integrata che deve passare da un nuovo impegno dei Comuni». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI