Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Casa, quadri e documenti in dono al Comune «Fate nascere un museo intitolato a Capuzzo»

la storiaUna casa in dono perché anche Codigoro possa avere una casa museo. Un luogo d’arte, cultura e memoria, da intitolare all’artista Mario Capuzzo. È la decisione che ha preso Maria Frignani,...

la storia

Una casa in dono perché anche Codigoro possa avere una casa museo. Un luogo d’arte, cultura e memoria, da intitolare all’artista Mario Capuzzo.

È la decisione che ha preso Maria Frignani, vedova di Capuzzo e anche lei pittrice con il nome d’arte Marisa da Bondeno: donare al Comune, dopo la sua morte, la propria abitazione, le pertinenze, i documenti e le opere contenuti nell’edificio.

La sorpresa

Una vera e propria sorpresa l’annuncio fatto dall’artista ieri durante l’incontro organi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

la storia

Una casa in dono perché anche Codigoro possa avere una casa museo. Un luogo d’arte, cultura e memoria, da intitolare all’artista Mario Capuzzo.

È la decisione che ha preso Maria Frignani, vedova di Capuzzo e anche lei pittrice con il nome d’arte Marisa da Bondeno: donare al Comune, dopo la sua morte, la propria abitazione, le pertinenze, i documenti e le opere contenuti nell’edificio.

La sorpresa

Una vera e propria sorpresa l’annuncio fatto dall’artista ieri durante l’incontro organizzato in municipio per presentare la mostra monografica dedicata al compianto artista, polesano di nascita ma codigorese d’adozione, titolata “Capuzzo in bianco e nero...e non solo”. All’incontro erano presenti con il sindaco Alice Zanardi e la funzionaria comunale Gianna Braghin, Maria Frignani e per l’Associazione locale “Insieme si può”, il presidente William Pozzati e Vincenzo Trapella, che hanno supportato Frignani nell’allestimento della mostra che sarà inaugurata sabato alle 10. 30 e visitabile fino al 16 settembre.

LA DONAZIONE

Con un vero colpo di teatro, Maria Frignani ha stupito i presenti proponendo al sindaco la donazione della propria abitazione, «che il Comune potrà trasformare secondo i propri programmi, con l’obbligo però, di intestarla comunque a Mario Capuzzo».

Così, anche Codigoro potrà essere annoverata tra i Comuni che dispongono di una casa-museo, vero centro artistico e culturale.

Piacevolmente sorpresa il sindaco Alice Zanardi, la quale ha detto di «accettare la proposta di donazione e di considerare un onore poter disporre della casa di Capuzzo, artista che ha qualificato la vita non solo artistica di Codigoro».

LA MOSTRA

Con questa monografica, ha sottolineato il sindaco, «intendiamo ricordare Mario Capuzzo, che per tanti anni visse in paese su due barche, prima la Santa Maria e poi San Biagio, ormeggiate sul tratto di Po di Volano antistante il Palazzo del Vescovo».

Una mostra, ha evidenziato Frignani, «in cui sono esposte opere che nessuno ha mai visto, disegni, attestati scolastici ed alcuni quadri ad olio; un allestimento originale, dalla sua nascita agli ultimi anni». Ed ha aggiunto «di essere stata molto contenta della richiesta di allestire una mostra, perché giunta a conclusione del 40º anniversario della morte di Capuzzo».

All’inaugurazione di sabato saranno presenti anche i sindaci di Badia Polesine e di Bondeno.

L’ORGANIZZAZIONE

La mostra è stata predisposta dalla stessa Frignani con il valido supporto organizzativo di Pozzati e Trapella. Le opere esposte sono 35, in particolare disegni, «con merito di Frignani – dice Trapella – di avere assemblato tutte le opere, noi le abbiamo solo appese così come le altre interessanti componenti personali e familiari del pittore che abbiamo solo allestito». –

Piergiorgio Felletti

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI