Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Ho grattato e vinto 100mila euro e adesso me ne vado in vacanza»

Gioia e incredulità martedì sera al Bar American. Il fortunato giocatore: non mi cambia la vita, ma certo starò meglio

COPPARO. Bar American. Pieno centro di Copparo. Sera. Sono passate le diciannove. Il buio sta calando verso il mare, si è visto un arcobaleno.

Dicono le fiabe che alla fine di un arcobaleno c’è una pentola d’oro. Ma la pentola non là, verso il mare, è rimasta a Copparo. Prima di andare a casa, infatti, Renato Amà cerca la fortuna. Compra un gratta e vinci. La serie 100X. Comincia a grattare con prudente disillusione.

Mano a mano che gratta, però, il raggio di speranza si allarga, si allarga, s ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

COPPARO. Bar American. Pieno centro di Copparo. Sera. Sono passate le diciannove. Il buio sta calando verso il mare, si è visto un arcobaleno.

Dicono le fiabe che alla fine di un arcobaleno c’è una pentola d’oro. Ma la pentola non là, verso il mare, è rimasta a Copparo. Prima di andare a casa, infatti, Renato Amà cerca la fortuna. Compra un gratta e vinci. La serie 100X. Comincia a grattare con prudente disillusione.

Mano a mano che gratta, però, il raggio di speranza si allarga, si allarga, si allarga. Poi l’eccitata rivelazione a tutti i presenti: «Ho vinto, ho vinto. Ho vinto 100mila euro». Gli avventori, con riserbo, non rivelano nulla. La proprietà del bar ricevitoria, la gentile Wei Qin LI, con la figlia Eva, opta per un sobrio cartello A4 con la fotocopia del gratta e vinci ed un minimale ma piuttosto evidente “100.000” affisso con elegante esultanza alla vetrina. E dopo diverse ore dalla vincita, il sorriso del nuovo arrivato fa sembrare triste la faccia felice delle emoticon.

Renato Amà ammette senza problemi di aver vinto. In fondo, pur essendo una somma decisamente interessante, non è di quelle che ti cambiano la vita. «Ma certamente un po’ la migliora – dice rilassato – ho preso il Gratta e vinci domenica sera. Ho provato, è andata bene. Cosa ci farò? Ancora non ci ho pensato. Per tasse e altro, ci penseranno loro. Per come li spendo vedremo. Magari una bella vacanza. Ecco, una vacanza ci starebbe proprio bene». —

Alessandro Bassi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI