Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scoppio e fumo il 10 gennaio 2016 Quattro gli indagati dalla procura

È la mattina del 10 gennaio 2016 – l’orologio segna esattamente le ore 9.45 – quando si scatena l’inferno al poligono di tiro di via Cattaneo a Portomaggiore: prima lo scoppio, poi il fumo nero. Un...

È la mattina del 10 gennaio 2016 – l’orologio segna esattamente le ore 9.45 – quando si scatena l’inferno al poligono di tiro di via Cattaneo a Portomaggiore: prima lo scoppio, poi il fumo nero. Un incendio si sviluppa all’interno del locale posto su due piani. Cinque persone, tra cui due vigili del fuoco, rimangono feriti, mentre risultano disperse tre persone, che purtroppo verranno trovate senza vita solo il giorno dopo: si tratta di Paolo Masieri, 47 anni, di Portomaggiore; Lorenzo Chicc ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

È la mattina del 10 gennaio 2016 – l’orologio segna esattamente le ore 9.45 – quando si scatena l’inferno al poligono di tiro di via Cattaneo a Portomaggiore: prima lo scoppio, poi il fumo nero. Un incendio si sviluppa all’interno del locale posto su due piani. Cinque persone, tra cui due vigili del fuoco, rimangono feriti, mentre risultano disperse tre persone, che purtroppo verranno trovate senza vita solo il giorno dopo: si tratta di Paolo Masieri, 47 anni, di Portomaggiore; Lorenzo Chiccoli, 73 anni, di Masi San Giacomo; Maurizio Neri, 66 anni, di Masi Torello. Via alle indagini con l’obiettivo di accertare le responsabilità. Nell’ottobre 2017 partono quattro avvisi di garanzia, diretti a Fabio e Stefano Ghesini, titolari dell’attività, a Paola Rubbia, mamma di Fabio e tesoriera dell’associazione sportiva e al sindaco di Portomaggiore Nicola Minarelli.