Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I saluti di don Roberto «I miei parrocchiani devono essere uniti»

Dopo due anni seguirà la Pastorale giovanile in Seminario Domani la comunità accoglierà il nuovo parroco don Paolo 

voghiera

Quella di domani sarà l’ultima messa a cui don Roberto Pambianchi presenzierà nella chiesa di Voghiera nella veste di parroco di questa comunità. Infatti, dopo due anni e alla soglia dei venti di sacerdozio, il parroco lascerà le parrocchie di Voghiera, Voghenza e Montesanto per trasferirsi in Seminario a Ferrara, dove si occuperà della Pastorale giovanile e nel week end sarà di supporto alla chiesa di Bondeno.

il saluto ai parrocchiani

«Voglio dire, come sempre ho fatto - dice don Ro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

voghiera

Quella di domani sarà l’ultima messa a cui don Roberto Pambianchi presenzierà nella chiesa di Voghiera nella veste di parroco di questa comunità. Infatti, dopo due anni e alla soglia dei venti di sacerdozio, il parroco lascerà le parrocchie di Voghiera, Voghenza e Montesanto per trasferirsi in Seminario a Ferrara, dove si occuperà della Pastorale giovanile e nel week end sarà di supporto alla chiesa di Bondeno.

il saluto ai parrocchiani

«Voglio dire, come sempre ho fatto - dice don Roberto - di non aver paura. La chiesa ci chiede di cambiare, la vita con Dio è fatta di questi avvenimenti, sono un modo per incontrare lui e le comunità. Siamo una rete di cuori, anche se mi allontano da questo territorio sarò sempre lì. Voghiera è una comunità tranquilla, viva, certo c’è carenza di giovani, quelli con cui amo stare, ma è un problema comune a tanti paesi».

meno divisioni

Don Roberto, originario di Ostellato ma cresciuto a Portomaggiore, in passato è stato parroco anche a Rovereto, Medelana e Alberlungo. «Là, come a Voghiera, ho sempre lavorato per l’unità della parrocchia. Ad esempio, proposi l’idea di spostare le iniziative del Corpus Domini fra i vari paesi, piccoli passi per ottenere il risultato finale. Noto che la divisione fra i paesi si fa ancora sentire, ad esempio tra Voghiera e Voghenza. Dobbiamo cercare di fare più cose insieme, come la grande unità che ho visto nella preparazione della festa d’addio di domenica (domani, ndr): invito i miei parrocchiani ad essere uniti sempre, in ogni occasione».

la festa finale

L’appuntamento di saluto di don Roberto ai suoi parrocchiani è domani, con la messa alle 11.15. La cerimonia sarà officiata da monsignor Paolo Valenti, nuovo rettore del seminario arcivescovile di Ferrara-Comacchio, il quale oltre a salutare don Roberto, presenterà alla comunità il nuovo parroco, don Paolo Galeazza. Al termine per tutti i presenti sarà offerto un rinfresco. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI