Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ricostruzione, uno stop per Pinacoteca e municipio

La Regione frena sui progetti esecutivi dei due edifici: incontri con il Comune Cimiteri, una nuova convenzione con Cmv Servizi salderà il debito con la società

CENTO

E in arrivo dalla Regione il parere di congruità al progetto di recupero post sisma delle scuole Pascoli. Questo consentirà al Comune di Cento di pubblicare il bando di gara per i lavori. Stop dalla Regione, invece, e confronto aperto sui progetti di ripristino di Pinacoteca e residenza municipale.

Sono diversi gli aggiornamenti rispetto al percorso di ricostruzione post sisma delle opere pubbliche, alla realizzazione delle rotatorie, e all’ampliamento dei cimiteri del Centese affrontat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CENTO

E in arrivo dalla Regione il parere di congruità al progetto di recupero post sisma delle scuole Pascoli. Questo consentirà al Comune di Cento di pubblicare il bando di gara per i lavori. Stop dalla Regione, invece, e confronto aperto sui progetti di ripristino di Pinacoteca e residenza municipale.

Sono diversi gli aggiornamenti rispetto al percorso di ricostruzione post sisma delle opere pubbliche, alla realizzazione delle rotatorie, e all’ampliamento dei cimiteri del Centese affrontati dal sindaco Fabrizio Toselli e dal responsabile del settore lavori pubblici Fabrizio Magnani.

Pinacoteca e municipio

In merito al recupero post terremoto di Pinacoteca e municipio, l’architetto Magnani spiega che «sono arrivati pareri “preoccupanti” sui progetti esecutivi. Per questo il 13 e 19 settembre andremo in Regione per incontrare e confrontarci con la commissione congiunta. Progetti redatti da tempo, di certo concordati, ma in base a quanto dice la Regione, non è possibile procedere con l’iter di affidamento dei lavori».

Presentato a giugno in Regione poi, per le verifiche di congruità, il progetto preliminare di ripristino del Teatro comunale: «Ora si attende l’ok. Si corre invece – hanno riferito il sindaco e l’architetto – per individuare i progettisti incaricati a redigere e presentare, entro dicembre, i preliminari di ripristino post sisma di nove edifici di Cento colpiti dal sisma, a seguito del finanziamento di 7milioni 427mila 437 euro da parte della Regione che ha messo a piano il terzo stralcio, che vuol dire per Cento, diversi interventi».

Previsto così l’avvio dell’iter di ripristino post terremoto dello stadio comunale Bulgarelli, della biblioteca comunale, della palestra della Bocciofila, dell’edificio comunale di XII Morelli (Cral), del magazzino gas di Cento (protezione civile), oltre che di Porta Pieve. «A finanziamento anche edifici pubblici non inseriti nel Triennale, come la Rocca, il magazzino di via Farini e l’ufficio del Registro».

rotatorie invece di semafori

Obiettivo dichiarato dal sindaco Toselli, superare la strategia dei semafori, andando a sostituirli con rotatorie che velocizzano il traffico. Oltre ai lavori per la rotatoria (ultimata e definitiva) a Porta Pieve, procede l’iter per realizzare quella su via del Curato, incrocio via Modena. Dopo aver chiuso l’accordo, le convenzioni con Città Metropolitana, Provincia di Ferrara (che sta redigendo il progetto) e Comune di San Giovanni, approderanno in consiglio comunale per l’approvazione. Procede anche la rotatoria su via Santa Liberata, angolo via Bologna: il Comune è in attesa dell’ok per l’uso dell’area di proprietà di Eni.

Per l’ampliamento dei cimiteri, il sindaco ha riferito che entro fine anno il consiglio sarà chiamato a deliberare il rinnovo della convenzione con Cmv Servizi: «Si stanno valutando gli aspetti economici. Tra i punti inseriti, previsto per il 2019 un piano di ampliamento, con nuovi loculi ai cimiteri di Renazzo, Penzale, Casumaro, XII Morelli. Con la firma della convenzione, il Comune andrà a saldare il debito pregresso, accumulato negli anni con Cmv Servizi, di 1 milione 350mila di euro, importo già inserito a bilancio».

Beatrice Barberini

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI