Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 15 gennaio 2018

Iva Zanicchi in difesa di Orietta Berti; l'orso imbalsamato che diventa attrattiva turistica; la rivolta dei tassisti a Trieste; medici sospesi per bustarelle in Veneto: ecco le storie dai quotidiani Gedi

Bustarelle, due medici sospesi
Padova. La settimana della Procura inizia con l'apertura dell'inchiesta sulle presunte bustarelle che avrebbe chiesto il professor Pietro Litta della Clinica di Ginecologia e Ostetricia dell'Azienda ospedaliera per "tagliare" la lista d'attesa a una paziente interessata a un intervento di chiusura delle tube. (Mattino di Padova)

Abbraccia la madre dopo 46 anni
Padova. Debora Marcaccini, 46 anni, il suo sogno l’ha realizzato: ha ritrovato la sua famiglia d’origine a Padova. Cresciuta con mamma e papà adottivi a Firenze, ha ritrovato la madre naturale e i fratelli grazie al parroco del Crocifisso che, visto l'appello in televisione, ha aperto il registri della parrocchia. (Mattino di Padova)

Beve vodka per ore sul listòn a 15 anni finisce in coma etilico
Padova. Ubriaca da star male a soli 15 anni. Una ragazzina, sul punto di svenire, ha scelto di rifugiarsi nei bagni della Rinascente per provare a riprendersi. Ma non c'è stato niente da fare, è dovuto intervenire il 118. Insieme a un amico aveva comprato la bottiglia di superalcolico in un supermercato del centro. (Mattino di Padova)

La Zanicchi soccorre Orietta
Reggio Emilia. L'aquila di Ligonchio plana in soccorso dell'usignolo di Cavriago. E, poco prima di salire sul palco del teatro di Saronno, dove insieme a Marisa Laurito sta portando in scena la commedia "Donne in fuga", raggiunta telefonicamente dalla Gazzetta Iva Zanicchi dice la sua sulla bufera politica innescata dall'endorsement al M5s di Orietta Berti. (Gazzetta di Reggio)

Aulla. Sei anni dopo a scuola ancora nei container
Massa Carrara. La loro scuola, ad Aulla, è stata danneggiata dall'alluvione dell'ottobre 2011. Da allora le lezioni “precarie” per i ragazzini delle scuole medie sono nei container. Previsti i lavori a giorni, ma dovevano finire 5 anni fa. (Tirreno)

Dopo 29 anni vince la causa contro l'Asl
Livorno. Aveva 27 anni Renzo Celanti quando ha iniziato la sua battaglia contro l'allora Usl 13 per veder riconosciuto l'inquadramento da dirigente che la legge gli attribuiva. 36 anni la Corte di Cassazione gli ha dato ragione. Nel frattempo Celanti è riuscito ad arrivare alla pensione, dopo aver cambiato almeno otto sedi. (Tirreno)

Fotografica Europea, la trasgressione sessuale in mostra a Reggio
Reggio Emilia."Rivoluzioni Ribellioni, cambiamenti, utopie" è il tema portante della rassegna 2018 a Palazzo Magnani per celebrare il cinquantesimo anniversario di uno degli aspetti principali di quel movimento sessantottino che ha profondamente animato - e diviso - l'opinione pubblica: la rivoluzione sessuale. Da aprile.(Gazzetta di Reggio)

L’architetto riposerà al liceo
Ferrara. Una «particolarissima e insolita richiesta» che il Comune ha subito accolto. L’architetto Carlo Melograni potrà, come da lui desiderato, far riposare le sue ceneri «in una piccola urna collocata all’interno del cortile del liceo Ariosto, vicino alle lapidi che ricordano ex allievi caduti in guerra». (Nuova Ferrara)

«Sono incinta», botte dai suoceri
Pavia. È andata a casa del fidanzato per dirgli che era incinta ed è stata pestata dai “suoceri”. Una ragazza di 21 anni è finita al pronto soccorso dell’ospedale San Matteo con contusioni al volto. Per fortuna nessuna conseguenza per il bimbo che dovrà nascere tra sei mesi. La ragazza ha spiegato ai poliziotti di non voler fare denuncia. (Provincia Pavese)

Tito morto a tredici anni: «Attrezzatura montata male»
Ivrea. «Mio figlio è morto perché l'attrezzatura che stava utilizzando non è stata montata correttamente». Parole di un papà che vuole giustizia. Sono quelle pronunciate da Giovanni Traversa, al processo per appurare se vi siano responsabilità penali per la morte del 13enne Tito. (Sentinella del Canavese)

Disabile, risarcimento beffa
Treviso. Andrea è disabile perchè negli ultimi giorni prima che venisse al mondo i medici non si accorsero di quanto stava accadendo nell'utero della madre, ricoverata al Ca' Foncello. Un nodo al cordone ombelicale che ha tolto per giorni ossigeno al feto. Ad accertarlo una perizia disposta dal tribunale di Treviso. In primo grado l'Usl deve pagare 2 milioni, ma la Cassazione ribalta la sentenza. (Tribuna di Treviso)

Rugby. Insulto omofobo durante la partita
Treviso. Un insulto omofobo pronunciato ad alta voce in campo da capitan Bastareaud contro il biancoverde Negri è stato “catturato” dal microfono dell’arbitro e amplificato in tutto lo stadio di rugby. Sarà aperta un’inchiesta. La partita ha visto il Benetton soccombere a Toulon per 26 a 0. (Tribuna di Treviso)

Prezzi stracciati e pubblicità online: tassisti in rivolta contro gli abusivi a Trieste
Trieste. La tariffa ufficiale, dalla città all’aeroporto di Ronchi, è di 58 euro. Ma loro, se il passeggero è uno, chiedono 25 euro. Sono gli autisti “fai da te”, quelli che lavorano in nero a prezzi ipercompetitivi, e sono in aumento. Ma i tassisti regolari, 250 le licenze in città, non ci stanno. Chiedono al Comune un giro di vite sui controlli e inviano le segnalazioni sugli avvisi irregolari. (Piccolo)

L'orso travolto da un camion è stato imbalsamato: ora è un'attrazione turistica
Udine. L'orso che viveva nella foresta di Tarvisio, morto la notte dello scorso 30 ottobre , investito da un furgone sulle strade del comune carinziano di Feistritz, è stato imbalsamato e da sabato è una attrazione nella casa della cultura della località austriaca. (Messaggero Veneto)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon