Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 19 febbraio 2018

A Cesiomaggiore gli sviluppi delle indagini su Erostrato. A Cittadella i cinque fratelli che si riabbracciano dopo decenni. A Modena il professore di liceo che deve versare al ministero dell’Istruzione oltre un milione di euro. Le storie di oggi dai giornali del Gruppo Gedi

Erostrato, indagati padre e figlio
Cesiomaggiore (Belluno). Gravi indizi della procura su padre e figlio, sospettati di essere gli autori di incendi, imbrattamenti e lettere firmati da Erostrato. I due però si discolpano: "Non abbiamo fatto nulla". Le indagini sono partite dagli accertamenti nella biblioteca di Cesiomaggiore: da alcuni libri presi in prestito sono partite le indagini. (Il Corriere delle Alpi)

Professore deve restituire 1,2 milioni di euro
Modena. Un docente del liceo scientifico Tassoni (faceva il promotore finanziario) si vedrà costretto - salvo che la sentenza non venga ribaltata in Appello - a versare al ministero dell’Istruzione un milione e 218mila euro, comprensivo di rivalutazione. Lo hanno disposto i giudici della Corte dei Conti dopo che la Procura contabile aveva analizzato la sua situazione patrimoniale. (Gazzetta di Modena)

Disabile picchiata, seviziata e violentata
Vittima è una donna disabile di quarantacinque anni, triestina, che soffre di disturbi psichici ed è seguita dal Centro di salute mentale di Domio. La violenza si è consumata la scorsa estate, nella notte tra il 4 e il 5 giugno, in un alloggio popolare della periferia. Il caso viene a galla soltanto adesso, a conclusione di un’attività investigativa dei carabinieri e della magistratura di Trieste. (Il Piccolo)

Storie. Cinque fratelli si riabbracciano dopo decenni
Cittadella. I due fratelli e le tre sorelle separati poco dopo la nascita - e adottati da famiglie diverse - hanno iniziato a recuperare il tempo perduto e a scambiarsi parole e abbracci. Tutto è iniziato nelle scorse settimane grazie alla determinazione di Annalisa Pan, 46 anni, cresciuta a Cittadella. È stata lei a iniziare a fare luce su una storia iniziata negli anni 60 a Rovigo, quando Nerina e suo marito, morto una decina di anni fa, hanno dato alla luce almeno sette figli. Versavano però in condizioni di indigenza tali che nel 1973, dopo diversi interventi dei servizi sociali, avevano accettato di rinunciare alla patria potestà sulla loro prole.(Il mattino di Padova)

Il sindaco Colmellere: "La pistola? Io non ce l’ho"
Colmellere (Treviso). "Non ho una pistola e nemmeno il porto d'armi. Non so nemmeno se in futuro li avrò. So, invece, che se il 5 marzo mi ritroverò in Parlamento, mi batterò per una nuova legge sulla legittima difesa".Non sa, Angela Colmellere, sindaco e candidata leghista, se rifarebbe quel manifesto con la foto di lei che spara al poligono di Vittorio Veneto, Sindaca e candidata leghista (Il Mattino di Padova)

Melissa, una ricerca da premio
Melissa Frizziero, 33 anni, originaria di Castel d’Ario, ha vinto il The centre of excellence young investigator Grant 2018, un finanziamento promosso dalla Società europea di tumori neuroendocrini (Enets) che le permetterà di rimanere per un anno a Manchester e lavorare in équipe su un progetto di ricerca sui tumori neuroendocrini ad alto grado. (Gazzetta di Mantova)

Mense scolastiche a Vigevano, aiuti solo alle materne
I bimbi poveri di Vigevano andranno a scuola con il panino. I contributi raccolti dall’associazione “Articolo 3” per aiutare gli alunni esclusi dalla mensa sono sufficienti solo per pagare i pasti alle materne. "Per le elementari – dicono i volontari – cerchiamo di saldare il debito delle famiglie, ma non possiamo fare altro". (La Provincia Pavese)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro