Quotidiani locali

Giorgio Napolitano operato al cuore. Il chirurgo: "Intervento riuscito"

Il presidente emerito, 93 anni, in ospedale dopo un malore. Le condizioni sono stabili. Il chirurgo: "Siamo ottimisti, la sua grande tempra lo aiuterà"

Nel tardo pomeriggio del 24 aprile il presidente emerito della Repubblica ha accusato un forte dolore al petto mentre si trovava nella sua abitazione romana. Immediata la decisione del ricovero. L'ex capo dello Stato è stato trasferito al San Camillo dove, con una procedura d'urgenza, dopo le necessarie analisi, è stato portato in sala operatoria per effettuare una resezione parziale dell'aorta. Un intervento lungo e delicato in considerazione anche dell'età del paziente. Napolitano non ha mai perso conoscenza. È arrivato in ospedale lucido, rispondendo alle domande dei sanitari che poi hanno deciso per l'intervento.

Intervento Napolitano, il chirurgo Musumeci: "L'operazione è andata molto bene, siamo ottimisti" L'intervento è riuscito, è andato molto bene" commenta il professor Francesco Musumeci al termine della delicata operazione all'aorta subita dal presidente emerito Giorgio Napolitano all'Ospedale San Camillo. "Era una situazione particolarmente critica e abbastanza grave - continua Musumeci - il presidente ha avuto una rottura della parete interna dell'aorta. Abbiamo sostituito il tratto iniziale e la valvola aortica. Il cuore ha ripreso molto bene, ed ora attendiamo il trasferimento in terapia intensiva". di Cristina Pantaleoni

"L'intervento è andato molto bene, il cuore ha ripreso e il paziente è in condizioni stabili. Siamo molto soddisfatti e ottimisti": così il cardiochirurgo del San Camillo di Roma, Francesco Musumeci, che ha operato l'ex presidente Giorgio Napolitano all'aorta. "Ovviamente i suoi 93 anni conteranno sul tempo di recupero, ma la sua grande tempra lo aiuterà". "È arrivato cosciente in sala operatoria - racconta ancora il dottor Musumeci - e gli ho spiegato come si sarebbe svolto l'intervento, prima di addormentarlo. Era lucido, sveglio e ci ha incoraggiati». «Ora aspetteremo domattina per svegliarlo e vedere come va", conclude il chirurgo.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori