Quotidiani locali

la reazione dei terremotati

Aleotti centra il primo successo Bis di Donegà

FERRARA. Nonostante il dramma del sisma , c'è chi non si è mai fermato, chi fortunatamente con una bicicletta, una strada e un pulmino ha continuato a pedalare forte come prima. Forse di più, perché...

FERRARA. Nonostante il dramma del sisma , c'è chi non si è mai fermato, chi fortunatamente con una bicicletta, una strada e un pulmino ha continuato a pedalare forte come prima. Forse di più, perché qualcosa di particolare il terremoto deve avere cambiato nei giovani ciclisti delle società ferraresi. Le condizioni di vita e di riposo attuali non sono proprio ideali per un atleta agonista, ma se a far fronte alle poche ore di sonno e al disagio psicologico continuo ci si mette un'incredibile determinazione e un cuore infinito, ecco spiegate le ultime straordinarie e lodevoli prestazioni fornite da questi ragazzi.

Patrick Pola, allievo della Stella Alpina di Renazzo, aveva illuminato Zola Predosa con una cavalcata solitaria appena una settimana fa, questa domenica le imprese degli esordienti Giovanni Aleotti (Stella Alpina) e Matteo Donegà (Bondeno Free Bike) scrivono altre pagine indimenticabili del ciclismo giovanile locale.

Aleotti, esordiente al 1º anno di Finale Emilia, ha costruito la sua prima vittoria stagionale a Villafontana di Medicina, con la tenacia e il carattere di un lottatore ferito, sempre tra i primi da inizio stagione ma ancora a secco di successi. Questa poteva essere l'ultima occasione per rimanere in lizza tra i convocabili al prossimo campionato italiano su strada, una motivazione forte per dimenticare temporaneamente il terremoto e l'aria di vuoto che pervade Finale Emilia. E l'atleta della Stella Alpina non ha sbagliato, entrando con una progressione violenta sul drappello dei fuggitivi e perfezionando il capolavoro con una volata impeccabile.

Per Matteo Donegà la zampata vincente è arrivata sul traguardo di San Giovanni di Motta di Livenza (Tv) e rappresenta la seconda perla in questo 2012, conquistata con un poderoso colpo di reni che ha avuto ragione del compagno di fuga, raggiunto nel corso dell'ultimo chilometro. Con questa affermazione è sempre più concreta la convocazione nella rappresentativa regionale in vista dei tricolori su strada, in programma sabato 30 giugno a Pieve di Soligo.

La domenica esaltante è stata arricchita dai numerosi piazzamenti messi a segno dagli altri corridori ferraresi. A Villafontana, nella prova degli esordienti 2º anno, terzo posto per Klaudio Keci (Codifiume), settimo Filippo Lodi (Sancarlese) e nono Leonardo Lodi (Sancarlese).

Nel pomeriggio in gara gli allievi, corsa superlativa e generosa di Giovanni Lodato (Stella Alpina) in fuga dal primo chilomeotr, raggiunto a metà gara da tre atleti e vincitore della classifica dei traguardi volanti. Nell'ultimo giro la bagarre appesantisce Lodato, che chiude quinto, appena davanti ad Andrea Saltari sesto (Stella Alpina), settimo Simone Gherardi (Codifiume) e nono Dilan Juniku (Codifiume).

Simone Frigato

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana