Quotidiani locali

Primi passi di nuova Spal La Ribelle è domata 2-1

Ieri debutto stagionale a Bagno di Romagna con la novità del difensore Cintoi Ingaggiato anche Capecchi. In tribuna tutti i dirigenti. Compreso Pelliccioni

Aspettarsi molto da una compagine ancora cantiere aperto come la Real Spal, allenata da mister Sassarini, dopo otto giorni di lavoro a Valbonella (appennino romagnolo) era francamente poco probabile. Ieri pomeriggio, contro la Ribelle Ravenna (Eccellenza), prima amichevole dei biancazzurri, disputata sotto gli occhi di diversi supporters appositamente approdati da Ferrara. E hanno subito visto il nuovo acquisto, il difensore classe 1990 (ex Spezia), Nicola Cintoi. Arrivato a Valbonella ieri mattina in ritiro, ha già debuttato. E in serata la società ha anche annunciato l’atteso ingaggio del portiere Capecchi. A proposito di società: ad assistere alla prima uscita biancazzurra era presente la dirigenza al gran completo, compreso Oreste Pelliccioni.

La cronaca. Mister David Sassarini manda in campo i suoi con il 4-4-2: Vernich in porta, Albini, Cintoi, Nodari e Rosati in difesa, Shqypi, Marchini, Massaccesi e Paris a centrocampo, Pignatta e Marongiu di punta. È all' insegna dell'equilibrio, il primo tempo: al 2' ci prova Godoli per la Ribelle, il tutto prima del battibecco di 3' dopo fra Bettini e Marchini. Al 10' arriva la prima occasione a favore della Spal: bella conclusione di Marongiu, certamente uno dei migliori in casa spallina, parata prontamente dall'estremo difensore dei romagnoli Montalti. Al 17' ecco il gol che spezza l'equilibrio: bel cross dalla destra di Paris, deviato di testa sfortunatamente da Pasquali. Al 23' arriva la punizione alta di poco sopra la traversa di Bondi. I ritmi sono alti, apprezzabili.

All'intervallo è 1-0 a favore degli estensi, una buona Real Spal al cospetto di una compagine che fra le proprie fila presentava l'ex di turno, applauditissimo, Guido Ghetti. Ad avvio della ripresa, da ambo le parti, moltissimi i cambi che inficiano sullo spettacolo; anche se è la Spal ad essere la formazione maggiormente applaudita e pericolosa: al 14' bella sgroppata di Sartori, quattro minuti dopo azione più che positiva di Varallo. Al 32', quando il match sembra filare alla chiusura privo di emozioni, arriva il bel raddoppio biancazzurro firmato Varallo. Calcio d'angolo di Sartori, colpo di testa di Nodari, con Bondi che salva sulla linea di porta. Sulla ribattuta successiva, altro bel colpo di testa di Varallo. In questa circostanza Placuzzi niente può.

Al 47' gol della bandiera dell'ex Guido Ghetti, che fissa il punteggio finale sul 2-1 a favore della Spal. Alla fine, applausi convinti dal popolo biancazzurro al seguito.

Lorenzo Montanari

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana