Quotidiani locali

È derby in amicizia fra Codifiume e Reno Il San Carlo rischia

Promozione. Grande fair play fra i due allenatori Per la Centese un’occasione da non sprecare

FERRARA. In Promozione giornata di avversarie ostiche per le nostre rappresentanti.

Cominciamo dal derby Santa Maria Codifiume-Reno Centese. Sulla carta, il confronto più spettacolare della giornata, tra due squadre che amano costruire e giocare e che, indipendentemente dai risultati, praticano buon calcio come scelta di partenza.

«Non lo scopro io: il Reno Centese - ci ha detto mister Rambaldi - gioca buon calcio e il collega Dirani sta facendo un buonissimo lavoro. Credo che dal confronto tra due squadre come le nostre, che giocano, possa uscire una bella partita. Finora noi siamo stati capaci di ottime prestazioni, anche se non sempre i punti sono arrivati in rapporto alle buone gare. Dovremo evitare errori, giocare come sappiamo, organizzati, e cercare di finalizzare nel modo migliore».

«I rapporti con il Codifiume e con Rambaldi - risponde mister Pirani - sono ottimi. Ci sentiamo spesso, anche se questa settimana abbiamo evitato. Per noi i problemi sono sempre i soliti: abbiamo delle assenze tra i difensori e dobbiamo adattare giocatori non abituati al ruolo; però ci lavoriamo, i ragazzi s’impegnano e cerchiamo sempre di proporre il nostro gioco, anziché subire quello avversario. Credo che chi verrà a vederci andrà a casa contento dello spettacolo. Poi, è chiaro, puntiamo a far classifica, ma vogliamo riuscirci attraverso il gioco».

Dalla lunga fila di nomi di assenti non viene cancellato nessuno, in casa bluazzurra; tra i rossoblù rientra Saugo, ancora out Fornasa e Luca Bianchi. Fischia Bondi di Cesena.

Il San Carlo va a Corticella. I biancazzurri bolognesi sono una delle squadre più in forma, segnano molto e subiscono abbastanza poco. La netta vittoria con il Codifiume di mercoledì è soprattutto tale sul piano del risultato, dato che il Corticella ha subito per lunghi tratti l’iniziativa rossoblù. Ma se in una gara così è arrivata la vittoria netta, significa che la squadra bolognese è ancora più pericolosa di quanto si pensi, con i suoi attaccanti veloci e il passo notevole. Le possibilità offensive del San Carlo sono note.

«Andiamo a cercare di fare la nostra partita», ha detto mister Rossi, anche contro un avversario solido. Arbitra Iemmi di Ravenna.

Il Mesola riceve la Vadese Sole Luna. I bolognesi segnano pochino e non sembrano un ostacolo insormontabile, specie se i castellani riusciranno a trovare il vantaggio. I gialloverdi, comunque, le loro due vittorie (anche se una a tavolino) e tutte le reti le hanno ottenute in trasferta. Dovrebbe rientrare il castellano Codignola. Arbitra Di Stefano di Cesena.

Dopo la bella prestazione di mercoledì, un’altra squadra pericolosa, il Cotignola, sul cammino del Gualdo Voghiera.

«Loro sono solidi, esperti e pericolosi. Dovremo dare il massimo - ci ha detto mister Gadda - e impegnarci fino in fondo, umili e concentrati. Dovrei recuperare Gentile e Desiato, mentre vedremo come va per Bolognesi. Non guardiamo la classifica, ma puntiamo solo a metter via punti».

Dirige Morucci di Modena.

Infine, la Centese, nel girone B, riceve il Monteombraro, un avversario alla portata.

«Commettiamo troppe volte errori simili - ci ha detto mister Turriziani – e quindi dobbiamo tenerne conto come di un limite. E cercare di superarlo. Dobbiamo veramente cercare la vittoria, perché i punti ci servono. Dovrebbero essere a disposizione Zamblè in attacco e Kanazue in difesa. Ma giocheranno ancora tanti giovani».

Dirige El Gurine di Faenza.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro