Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal, Konate subito protagonista

Spal Calcio

serie a

Spal, Konate subito protagonista

Un gol e un assist per il laterale svedese ieri al debutto e autore di un’ottima prova

AURONZO DI CADORE (BL). La Spal gioca la sua seconda partita in due giorni e batte 3-1 il Mestre nell’ultima amichevole giocata nel ritiro di Auronzo di Cadore.

Mister Leonardo Semplici contro la formazione veneta guidata da Mauro Zironelli, che ha vinto il campionato di serie D e affronterà con una certa ambizione la prossima Lega Pro, ha dato spazio a tutti i giocatori che non erano stati schierati contro la Triestina. Non ci sono come previsto gli infortunati Felipe e Oikonomou, c’è il recupero di Rizzo e l’esordio assoluto di Konate. Spal più brillante del giorno precedente ma in calo alla distanza.

Pronti via e c’è subito al primo una chiara occasione per il Mestre ma Beccaro conclude alle stelle. Spal in vantaggio al 9’: bella palla in profondità di Rizzo per l’inserimento dalla fascia di Konate che entra in area e batte Favaro con un tiro rasoterra. Al 18’ cross dalla destra di Lazzari per la testa di Finotto ma la conclusione è debole e controllata senza problemi dal portiere dei veneti. Mestre pericoloso al ventesimo quando Poluzzi è bravo a deviare in calcio d’angolo la staffilata dalla distanza di Gritti.

Al 25’ c’è il raddoppio della Spal: il Mestre perde una “pallaccia” in uscita, Arini la ruba e la dà per Finotto che al limite dell’area apre a destra per Schiavon che gonfia per la seconda volta la rete con un tiro potente sotto la traversa. Al 33’ Mestre pericoloso ma Poluzzi controlla senza problemi la punizione rasoterra di Sodinha. Al 43’ Antenucci si presenta da solo avanti a Favaro che blocca la sua conclusione. Al 45’ la Spal realizza la terza rete con Gasparetto di testa su cross ancora di Konate. L’esterno sinistro, aiutato di certo dal fatto di arrivare da una stagione già ben avviata in Svezia, oltre a gol e assist è stato autore di un’ottima prova facendosi notare anche per un paio di pregevoli chiusure difensive.

Nella ripresa in porta c’è Marchegiani. Al 3’, colpo di testa di poco fuori di Polvani ancora una volta su cross dell’ottimo Konate. Al dodicesimo c’è gloria anche per Marchegiani che respinge la conclusione di Casarotto. A metà ripresa il trainer biancazzurro toglie proprio il neo-arrivato Konate ed al suo posto entra il baby Boccafoglia che va a fare il quinto a sinistra. I ritmi si abbassano, e c’è gloria pure per il Mestre che grazie ad un’azione personale di Bonaldi riduce le distanza centrando l’angolino.

La Spal nel finale cala molto, le forze fresche del Mestre ravvivano l’ultima parte di gara e c’è anche da registrare una grande parata di Marchegiani su conclusione di Pozzebon.

Andrea Tebaldi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik