Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal, Semplici: «Non penso alla Lazio, voglio passare il turno»

Spal Calcio

serie a

Spal, Semplici: «Non penso alla Lazio, voglio passare il turno»

Il mister: col Renate serve concentrazione o rischiamo una figuraccia. «Cerco garanzie tecniche e mentali. Devo valutare il contributo dei nuovi» 

FERRARA. Mister Leonardo Semplici, che considerazioni trae da questa settimana di lavoro a Peio?

«Ci siamo. Sta per iniziare una nuova stagione, straordinaria e allo stesso tempo difficilissima. Iniziano le gare ufficiali e c'è la partita di Coppa Italia col Renate nella quale vogliamo ben figurare davanti alla nostra gente. Vogliamo passare il turno contro un'avversaria che è già stata in grado di eliminare l'Empoli».

Chi non sarà a disposizione per questa gara?

«Cremonesi ha recuperato e ci sarà. Felipe ha ripreso ad allenarsi oggi (ieri; ndr) con noi e non ci sarà, ci sono problemi muscolari sia per Floccari che per Grassi che non saranno a disposizione. Nei prossimi giorni verranno fatti accertamenti per entrambi e mi auguro che non ci sia nulla di particolarmente grave e preoccupante. Gli altri sono tutti a disposizione».

Visto il numero ridotto di attaccanti chi ci sarà sul fronte offensivo oltre ad Antenucci e Paloschi?

«C'è Ubaldi che si sta allenando con la prima squadra. È l'unico Primavera che è stato con noi a Pejo, il terzo attaccante sarà lui».

Quali ragioni principali hanno portato ad allenarsi un'ulteriore settimana in altura?

«Siamo venuti in un ambiente più idoneo dal punto di vista del clima rispetto a Ferrara. Ho letto che qualcuno ha scritto che a Ferrara abbiamo interrotto una seduta dopo dieci minuti, ma non è vero. Qui, comunque, abbiamo potuto fare doppie sedute e un certo tipo di allenamenti anche sull'intensità».

C'è da aspettarsi continuità con l'undici visto in campo dall'inizio col Chievo?

«In linea di massima sì. Vediamo però in queste ultime ore, mi piacerebbe valutare anche quale contributo possono dare i nuovi. La priorità assoluta è mettere in campo la formazione che mi possa fornire le garanzie migliori dal punto di vista tecnico e mentale».

Che idea si è fatto del Renate?

«È una buona squadra, è andata due volte in vantaggio a Empoli, dobbiamo scendere in campo con la giusta concentrazione altrimenti il rischio è quello di fare una figuraccia che non vogliamo fare».

Mercato: sta per arrivare qualcuno?

«Non lo so, questo non lo dovete chiedere a me. Io alleno chi ho a disposizione, sappiamo tutti che devono arrivare giocatori per integrare la nostra rosa».

Non è che un pochino il pensiero è già rivolto alla Lazio?

«Non è così. Penso solo al Renate e ad andare avanti in Coppa».

Andrea Tebaldi



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista