Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Sì, il Sama va bene ma per le ambizioni bisogna aspettare»

Volley serie B. Porcellini fa il punto in casa portuense «E sabato con Forlì sarà solo un bel test, non decisivo»

PORTOMAGGIORE. Che in casa Sama avessero deciso di fare una formazione competitiva, lo si è capito soprattutto quando è stato annunciato il suo acquisto. Luca Porcellini è un giocatore d’esperienza, soprattutto ad alto livello in serie B, e sicuramente si è già dimostrato uno dei segreti del successo della squadra portuense.

Porcellini, hai giocato in diverse squadre di vertice in serie B: questo Sama è da vertice quest’anno nel girone E?

«È ancora presto per dirlo - frena un po’ lo schiacciat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTOMAGGIORE. Che in casa Sama avessero deciso di fare una formazione competitiva, lo si è capito soprattutto quando è stato annunciato il suo acquisto. Luca Porcellini è un giocatore d’esperienza, soprattutto ad alto livello in serie B, e sicuramente si è già dimostrato uno dei segreti del successo della squadra portuense.

Porcellini, hai giocato in diverse squadre di vertice in serie B: questo Sama è da vertice quest’anno nel girone E?

«È ancora presto per dirlo - frena un po’ lo schiacciatore, classe 1983 -, la squadra si sta ancora assemblando e per ora abbiamo espresso valori che non possono essere sufficienti per raggiungere il primo o secondo posto in classifica».

Il Sama è secondo in graduatoria, imbattuto. Non punta a restare in posizioni di vertice?

«Non sarei onesto se dicessi a cosa possiamo puntare in questo campionato. Cercate di capire, non sappiamo ancora nulla dei valori delle squadre di questo girone, è ancora troppo presto dopo quattro giornate. E sappiamo che sulla carta ce ne sono di formazioni forti: Pineto, Montalbano, Ferrara, Forlì».

Intanto, però, siete là davanti e Montalbano l’avete già battuta…

«Contro Montalbano, è vero, abbiamo ottenuto una bella vittoria. È chiaro che possiamo toglierci delle belle soddisfazioni in questo campionato, ma a cosa possiamo puntare lo capiremo solo a fine girone d’andata, quando i valori saranno evidenti, come succede un po’ tutti gli anni».

Intanto sabato c’è lo scontro al vertice: a Portomaggiore arriva il Forlì primo in classifica e tuo derby personale, visto che sei di Forlì. Dovesse andare bene, non sarà facile nascondere le ambizioni di primato…

«In caso di vittoria, è vero, si potrebbe capire che campionato possiamo intraprendere. Però, dopo la quinta giornata, sarebbe ancora troppo presto: vinci una partita del genere e non hai ancora vinto nulla, se la perdi nulla è perduto. Sarà certamente un bel test».

Contro Forlì vi siete già confrontati in amichevole precampionato…

«Finì 2-2 e loro erano senza Sirri (lo schiacciatore opposto leader dei romagnoli, ndr). Sia noi che loro non abbiamo espresso i valori reali. Sarà tutt’altra partita sabato, molto più difficile».

Qual è stato finora il punto di forza del Sama imbattuto?

«Stiamo andando molto bene in battuta e il muro-difesa funziona».

Come ti stai trovando a Portomaggiore?

«Molto bene. Sono entrato in un gran bel gruppo, in cui c’è il giusto mix di giocatori giovani e un po’ meno giovani. Tutto si è amalgamato bene e gli allenamenti funzionano. Personalmente ho iniziato bene, ho trovato subito il giusto feeling. Ma c’è ancora tanto da fare».