Quotidiani locali

La Bondi prepara un pranzo in palestra È sfida in televisione

Basket A2. Domenica alle 12 la gara con Montegranaro Piatti forti per il big match. Bonacina: «Servirà difesa»

FERRARA. Il Kleb ritorna in diretta tv. Da Porto San Giorgio lo farà domenica a mezzogiorno, orario della palla a due della gara fra Montegranaro e Bondi, match che sarà irradiato dalle telecamere di Sportitalia. I biancazzurri hanno lavorato bene durante la settimana: Mike Hall e Lorenzo Molinaro hanno ormai smaltito gli acciacchi fisici avuti a inizio della settimana.

Pranzo

Niente pranzo al canonico orario, mercoledì e oggi, per i giocatori del Kleb che per abituarsi all’orario della palla a due di domenica a Porto San Giorgio, si sono allenati e si alleneranno a mezzogiorno. E per domenica mattina, di comune accordo con lo staff medico biancazzurro, è stata predisposta un’abbondante colazione alle ore 9, con pranzo dopo partita nel quartier generale a Porto San Giorgio. Insomma, niente è lasciato al caso. Dopo i successi contro Bergamo e Jesi è arrivato il passo falso casalingo contro Piacenza, che certamente non ci voleva. Contro la compagine sorpresa del girone Est del campionato, la Poderosa Montegranaro, i biancazzurri sono chiamati al pronto riscatto.

Parla Bonacina

Ieri mattina è stato l’assistant coach Andrea Bonacina a parlare della gara di domenica a mezzogiorno in terra marchigiana. «Anzitutto complimenti a Montegranaro per il cammino fatto fin qua - ha detto il vice di Alberto Martelossi -: come sempre le idee chiare, la progettualità e il valore delle persone pagano». Che formazione è, quella allenata da coach Ceccarelli? «Montegranaro è compagine molto chiara e delineata in termini di gerarchie e di talento: Corbett, Amoroso e Powell sono giocatori sopra le righe, a livello di talento il terzetto probabilmente migliore del campionato. Dietro c’è un nucleo di giocatori esperti e giovani che fa sì che lo spartito dell’orchestra sia ben oliato. Sapevamo tutti che Montegranaro sarebbe stata in alto». Come dovrete rispondere? «Intanto dobbiamo dare una risposta a noi stessi. Contro Piacenza abbiamo fatto un piccolo passo indietro dopo le due buone prestazioni contro Bergamo e Jesi, dobbiamo rispondere a noi stessi e ritrovare consistenza difensiva; con 81 punti realizzati una gara va vinta, abbiamo permesso che Piacenza segnasse troppo, l’ago della bilancia è la nostra solidità difensiva».

La retroguardia

«Dobbiamo essere continui in difesa per 40’ - ha chiuso Bonacina -, così da arginare il loro talento in primis. Dopo di che, grazie alla difesa, possiamo esprimere il nostro potenziale offensivo». Difesa prima di tutto, attacco a seguire: ecco la chiave di volta per cercare di espugnare un campo, il Pala Savelli, notoriamente ostico. Come pericoloso è il terzetto composto da Corbett (fresco di rinnovo), giocatore che coach Martelossi conosce molto bene avendolo allenato a Mantova, Amoroso e Powell; il tutto non dimenticando il direttore dell’orchestra marchigiana Rivali e l’estro dell’ex Fortitudo Bologna Campogrande. Dalla panca Maspero è una vecchia conoscenza di Andrea Bonacina, Gueye cambia gli esterni e Zucca dà man forte sotto le plance. Insomma, un’avversaria tosta, contro cui ci vorrà la Bondi dei momenti migliori .

Lorenzo Montanari

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro