Quotidiani locali

Sant’Agostino una Folgore Blitz in casa del Rubiera

Ciarlantini apre i conti e Costantino para un rigore nel momento più difficile Nel finale Vinci e Giuriola dal dischetto firmano un tris che vale oro in classifica

RUBIERA (RE). Il Sant’Agostino piazza un blitz meritatissimo e si conferma fra le squadre attualmente più in forma nel girone A di Eccellenza. I ramarri hanno espugnato nientemeno che il campo della Folgore Rubiera, cogliendo così il terzo successo nelle ultime quattro gare, prezioso per la classifica. Gli ospiti hanno saputo sfoderare un match non spettacolare, ma comunque di buon spessore tecnico e caratteriale: i ramarri hanno approfittato al meglio di una rivale non certo all’altezza della propria fama, messa alle corde dalla grande concretezza che l’undici di Ghedini ha saputo manifestare.

Il primo sussulto arriva al 15’: Giuriola crossa bene, e dopo un rimpallo difensivo la sfera giunte sui piedi di Olivieri che calcia non di molto alto a centroarea. Poco dopo i reggiani rispondono con Barozzi, che tenta di finalizzare al meglio un tambureggiante contropiede: tuttavia, la conclusione dal limite del fromboliere di casa si perde di poco alta. Al 20’ il Sant’Agostino sblocca la situazione: gran gol di Ciarlantini, in rete con un magistrale diagonale da fuori area con palla ad insaccarsi direttamente a sinistra di Rizzo. Ramarri alla ribalta pure intorno alla mezz’ora: Rizzo intercetta la punizione da posizione angolata di Giuriola, ma Pellielo sfrutta la respinta per sferrare un tiro da fuori area che termina poi alto. Al 35' Vinci serve col contagiri Alì Molossi, quest’ultimo serve Ganzaroli dando vita a un’opportunità d’oro: la punta ospite si trova a pochi passi dalla porta rubierese, ma per pochissimo non riesce a piazzare il colpo di testa vincente. Pochi istanti dopo Lusoli, ben pescato da Rota, ci prova da centroarea: tuttavia la retroguardia ospite fa ottima guardia e l’azione sfuma.

Nella ripresa, il Sant’Agostino è pericoloso all’11’: nella circostanza Ciarlantini si rende autore di una fiondata dal limite, fuori di un niente. Al 17’ la Folgore sfiora il pareggio due volte: nella prima il protagonista è Costantino, che respinge con maestria la conclusione da centroarea del neoentrato Koridze; pochi istanti dopo il pallone giunge a Fornaciari, che avrebbe buon gioco per fare centro a porta pressoché sguarnita, il suo tentativo viene però neutralizzato sulla linea dalla difesa ospite. A metà ripresa Alì Molossi interviene su Greco nel pieno dell’area ferrarese: l’arbitro fischia un discutibile rigore a favore della Folgore, sul dischetto si presenta lo stesso Greco, ma Costantino abbassa la saracinesca sulla propria destra. Nel finale i ramarri hanno addirittura modo di rendere ancora più trionfali questi tre punti: al 43’ Vinci si invola verso la porta avversaria e realizza da centroarea, totalmente indisturbato. A tempo scaduto il direttore di gara assegna un rigore al Sant’Agostino ravvisando un intervento di Addona su Slimani: a onor del vero anche questo penalty appare piuttosto generoso; comunque Giuriola fa meglio di Greco, è impeccabile dal dischetto e sancisce lo 0-3 finale per i suoi.

Nicolò Rinaldi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori